Formazione professionale – 189 milioni per percorsi IeFP

 

Formazione - Photo credit: Foto di dschap da Pixabay Via a libera ai fondi per il finanziamento dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) per l'annualità 2018-2019.

Giovani - concorso UE sui percorsi di formazione professionale

Il Ministero del Lavoro ha pubblicato il decreto direttoriale  n. 3 del 19 aprile 2019 di ripartizione delle risorse tra le Regioni e le Province autonome, registrato nei giorni scorsi dalla Corte dei Conti, accompagnato dalla nota direttoriale del 4 giugno 2019 che illustra le novità del provvedimento.

PON GOV: fondi UE per formazione in materia di servizi pubblici locali

I fondi per Istruzione e Formazione professionale

Le risorse per il finanziamento dei percorsi finalizzati all’assolvimento del diritto-dovere nell’Istruzione e Formazione Professionale ammontano a 189.109.570 euro, a carico del Fondo sociale per occupazione e formazione.

Lo stanziamento è ripartito tra le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano assegnando:

  • 185.109.570 euro per il 75% sulla base del numero di studenti iscritti ai percorsi di Istruzione e Formazione professionale e per il 25% sulla base del numero complessivo di studenti qualificati e diplomati in esito ai percorsi di IeFP realizzati dalle Istituzioni formative accreditate;
  • 4 milioni di euro sulla base del numero di studenti iscritti ai percorsi di IeFP realizzati dagli Istituti professionali di Stato in regime di sussidiarietà integrativa.

Le somme assegnate saranno erogate alle Regioni che risultino in regola con la presentazione degli impegni giuridicamente vincolanti per le annualità precedenti riguardanti la formazione nell’apprendistato, previa trasmissione da parte delle stesse della dichiarazione allegata al decreto entro il 31 dicembre 2020. La mancata trasmissione della documentazione autorizza il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali al disimpegno delle somme non utilizzate da parte delle Regioni dal Fondo sociale per occupazione e formazione.

Una novità, spiega la nota direttoriale del 4 giugno che accompagna il provvedimento, in linea con i decreti di ripartizione delle risorse per la formazione nell'apprendistato e per i percorsi formativi nel sistema duale, che pure hanno previsto “il congelamento” a partire dall’annualità 2018 delle risorse assegnate alle Regioni fino alla presentazione degli impegni giuridicamente vincolanti relativi all'intero ammontare non utilizzato relativo alla formazione per l’apprendistato nelle annualità pregresse.

Per queste Regioni inadempienti verranno emanati singoli decreti al fine di definire le modalità di erogazione delle risorse assegnate per l’annualità 2018 sul diritto dovere IeFP, sui percorsi in sistema duale e sull'apprendistato, in relazione a quanto ancora non impegnato.

Inoltre, il decreto prevede un meccanismo di monitoraggio nazionale dell’offerta dei percorsi IeFP sulla base di rapporti di monitoraggio regionale elaborati secondo linee guida fissate dal Ministero del Lavoro d’intesa con il Ministero dell’istruzione e in collaborazione con l’INAPP. In caso di mancata trasmissione dei rapporti di monitoraggio da parte di ciascuna Regione e Provincia Autonoma entro la scadenza del 15 novembre 2019, e poi entro trenta giorni dal sollecito della Direzione generale competente, la Regione inadempiente non parteciperà alla ripartizione delle risorse per l’annualità successiva.

L'ultima novità riguarda la possibilità di utilizzare le risorse assegnate anche per finanziare i percorsi formativi nel sistema duale, dal momento che questo contribuisce a rafforzare i contenuti di applicazione pratica dell’Istruzione e Formazione Professionale, a condizione che la Regione abbia esaurito le risorse ricevute a tal fine nell’apposito decreto.

Decreto direttoriale n. 3 del 19 aprile 2019

Nota direttoriale del 4 giugno 2019

Photo credit: Foto di dschap da Pixabay 

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti