Molise: risorse FESR per il nuovo Fondo Energia

 

Fondo EnergiaLa Regione Molise sta per lanciare un nuovo Fondo rotativo per gli investimenti in efficienza energetica finanziato con 6,7 milioni di euro a valere sulle risorse FESR 2014-2020.

Fondo efficienza energetica - Crippa, sara’ operativo tra pochi giorni

Via libera della Giunta regionale molisana alla costituzione di un nuovo Fondo Energia volto all’erogazione di prestiti in favore di Enti e altri soggetti pubblici per interventi in materia di efficienza energetica.

Lo strumento finanziario potrà contare su una dotazione complessiva pari a 6,7 milioni di euro a valere sull'Azione 4.1.1 “Installazione di sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile da destinare all'autoconsumo associati a interventi di efficientamento energetico, dando priorità all'utilizzo di tecnologie ad alta efficienza” del POR Molise FESR-FSE 2014-2020.

Il nuovo Fondo Energia del Molise

Obiettivo dello strumento finanziario è promuovere l’efficientamento energetico delle pubbliche amministrazioni, anche con l’eventuale integrazione di fonti rinnovabili di energia elettrica e termica e/o l’installazione di impianti di cogenerazione e trigenerazione.

Gli investimenti negli edifici saranno cofinanziati nei soli casi in cui è garantito il superamento dei valori minimi di prestazione energetica previsti dalla Direttiva 2010/31/EC sulla performance energetica degli edifici e dalla Direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili ed in coerenza con il Piano Energetico Ambientale Regionale (PEAR). Il sostegno sarà prioritariamente rivolto agli interventi che prevedono l’introduzione di tecnologie ad alta efficienza, capaci di calibrare e razionalizzare i consumi (smart building).

La gestione tecnica, amministrativa e finanziaria del Fondo sarà affidata a Finmolise, che ha già gestito il Fondo rotativo Energia nella programmazione 2007-2013 e gode della facoltà di concedere finanziamenti sotto qualsiasi forma.

Il bando a valere sul FESR

Il Fondo opererà mediante la concessione di prestiti a favore delle amministrazioni pubbliche della Regione, anche in forma giuridica di Ente pubblico economico, azienda speciale e azienda pubblica di servizi.

Un apposito bando, a valere sull’Azione 4.1.1 del POR Molise FESR FSE 2014-2020, individuerà i criteri per la selezione delle operazioni e dei beneficiari.

Saranno considerate ammissibili le spese finalizzate a:

  • a) miglioramento della prestazione termo-igrometrica del fabbricato;
  • b) miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici;
  • c) installazione di sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile (es.: impianti solari termici, pompe di calore, impianti fotovoltaici, generatori a biomasse, etc);
  • d) Diagnosi energetica dell’edificio (o degli edifici), contenente le informazioni minime di cui all’Allegato 2 del d.lgs. 102/2014;
  • e) APE dell’edificio/edifici nello stato attuale (APE ante operam e post operam);
  • f) spese tecniche di progettazione e fattibilità, direzione lavori e collaudo, certificato di regolare esecuzione, supporto giuridico specialistico, etc;
  • g) cartellonistica per la pubblicizzazione dell’agevolazione nel limite massimo di 500 euro per edificio, I.V.A. inclusa.

Le agevolazioni saranno concesse nella forma di prestito a copertura del 100% dell’investimento e soggetto a restituzione.

Il Fondo Energia opererà fino al 31 dicembre 2023.

Il futuro degli strumenti finanziari con il fondo InvestEU

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti