Fondi europei terremoto - opportunita' da BEI e Rappresentanza Commissione UE

 

Fondi europei terremotoMentre BEI e Ministero dell'Economia firmano un contratto di finanziamento da un miliardo di euro per la ricostruzione post sisma in Italia centrale, la Rappresentanza in Italia della Commissione europea presenta nei territori colpiti dal terremoto le opportunità offerte dai fondi europei.

Terremoto – ok a finanziamenti Fondo solidarieta' UE per Italia

Un miliardo di euro è la cifra messa a disposizione dalla Banca europea degli investimenti (BEI) per la ricostruzione di ospedali, scuole ed edifici pubblici nelle regioni del Centro Italia colpite dal terremoto. Ulteriori risorse per le zone terremotate possono venire dai fondi europei diretti e indiretti, che la Rappresentanza in Italia della Commissione UE ha deciso di illustrare con un tour in quattro tappe partito il 10 marzo a Montereale (L'Aquila), per poi spostarsi ad Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) e a Norcia (Perugia), il 13 e il 14, e concludersi ad Amatrice (Rieti) il 24 marzo.

Un miliardo dalla BEI per il terremoto in Centro Italia

Il direttore generale del Dipartimento Tesoro del MEF, Vincenzo La Via, e il vicepresidente della BEI, Dario Scannapieco, hanno sottoscritto un contratto quadro di finanziamento, che consentirà di rendere disponibili fondi per un miliardo di euro da destinare alla ricostruzione di ospedali, scuole ed edifici pubblici nelle zone del Centro Italia colpite dal terremoto.

Nel dettaglio, le risorse finanziarie per la ricostruzione saranno destinate a progetti di ristrutturazione, costruzione o trasferimento di ospedali, centri sanitari, scuole, poli universitari, alloggi per studenti, servizi sociali, edifici della pubblica amministrazione, riqualificazione di edifici vincolati e opere infrastrutturali quali approvvigionamento idrico, raccolta rifiuti e strade.

Il miliardo per la ricostruzione degli edifici pubblici si aggiunge a un primo stanziamento, sempre pari a un miliardo, messo a disposizione la scorsa estate per la ricostruzione privata. In quel caso i destinatari erano le piccole e medie imprese (per strutture come capannoni, laboratori) e le famiglie (abitazioni private).

Terremoto - Un miliardo BEI-CDP per la ricostruzione privata

Le nuove risorse saranno erogate in relazione all’esecuzione degli interventi indicati nel contratto di progetto, stipulato dal commissario straordinario per il sisma 2016, Paola De Micheli, con il vicepresidente della BEI.

Giornate informative sui finanziamenti europei

Parallalemente all'accordo BEI-MEF è partita l'iniziativa della Rappresentanza in Italia della Commissione europea diretta ad aumentare la conoscenza dei fondi UE nelle aree colpite dal terremoto.

Il tour è partito il 10 marzo a Montereale, dove il direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea Beatrice Covassi ha spiegato che l'obiettivo è "rilanciare la progettualità, l'imprenditoria, la voglia di ripensare il futuro, soprattutto in queste comunità e, dunque, dare una speranza di ripresa in questa fase difficile post-sisma". Per questo, ha continuato, c'è bisogno di trasmettere know-how sui fondi europei, “perché per avere accesso a tali somme bisogna sapere che ci sono, come fare domanda e come agire per i vari bandi".

Insieme al direttore Covassi alle giornate partecipa l'esperto di fondi europei Mauro Cappello, secondo cui "se l'Italia fosse particolarmente esperta nel presentare domande, potrebbe intercettare la maggior parte delle risorse europee". Questo vale soprattutto nel caso dei programmi a gestione diretta della Commissione, che non prevedono un'allocazione geografica dei fondi e in cui bisogna essere esperti per avere maggiori chance di successo, ha aggiunto.

I prossimi appuntamenti in programma si terranno al Centro Polivalente di Pretare di Arquata del Tronto, il 13 marzo 2018 alle ore 10:30, e al Centro Polivalente Norcia 4.0, il 14 marzo 2018 alle ore 10:00. L'ultima tappa del tour è prevista ad Amatrice, presso l'Area del Gusto, il 24 marzo 2018 alle ore 10:30.

ZFU Sisma Centro Italia – tutte le info per richiedere aiuti

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti