Fondo Garanzia PMI - CIPE, risorse per investimenti produttivi

 

Investimenti produttivi300 milioni di euro per il Fondo di garanzia PMI. Via libera anche a misure per coesione e ricostruzione post-sisma in Abruzzo.

Resto al Sud – bando per finanziamenti a giovani imprenditori

Nella seduta del 22 dicembre, il Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE) ha assegnato 300 milioni di euro al Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese (PMI) di cui all’art. 2, comma 100, lettera a), della legge 23 dicembre 1996, n. 662. attuazione dell’art. 1, comma 53, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 (legge di stabilità 2014).

Approvate anche altre misure nell'ambito del Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC) e degli interventi per la ricostruzione delle aree colpite dal terremoto in Abruzzo.

Abruzzo – CIPE, fondi per ricostruzione e sviluppo post sisma

Fondo garanzia PMI

Il Fondo di garanzia PMI favorisce l’accesso alle fonti finanziarie delle piccole e medie imprese mediante la concessione di una garanzia pubblica che si affianca e spesso si sostituisce alle garanzie reali offerte dalle imprese.

Grazie al Fondo le imprese ha la concreta possibilità di ottenere finanziamenti senza garanzie aggiuntive (e quindi senza costi di fidejussioni o polizze assicurative) sugli importi garantiti dal Fondo e, come tale, esso rappresenta uno strumento strategico per favorire gli investimenti produttivi e la crescita.

Fondo sviluppo e coesione, altre misure adottate

Nel corso della riunione, il CIPE ha approvato anche altre misure con riferimento al Fondo per lo sviluppo e la coesione.

Nel dettaglio sono state assegnate ulteriori risorse al Patto per lo sviluppo della Regione Molise ed è stata approvata la riprogrammazione delle economie di gara Sedi museali di rilievo nazionale.

Inoltre, il CIPE ha disposto un’assegnazione programmatica alla misura “Resto al sud”, mentre in relazione al Piano investimenti Banda Ultra Larga ha approvato l’individuazione delle misure e delle modalità attuative per sostenere lo sviluppo di beni e servizi di nuova generazione.

Sisma Abruzzo

Per quanto riguarda gli interventi di ricostruzione post-sisma in Abruzzo, il Comitato ha:

  • approvato l’assegnazione di risorse per il settore di ricostruzione del patrimonio pubblico: interventi di ricostruzione degli “Edifici scolastici” della città di l’Aquila e delle aree colpite dal sisma (Piano annuale MIUR 2018);
  • approvato l’utilizzo delle risorse assegnate all’Ufficio scolastico regionale per l’Abruzzo dall’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 novembre 2011, n. 3979, di cui alla delibera CIPE n. 93/2013;
  • ha assegnato risorse per la ricostruzione del patrimonio pubblico: “Tutela e valorizzazione del patrimonio culturale” (Piano Annuale MiBACT 2018);
  • ha assegnato risorse al settore di ricostruzione del patrimonio pubblico: “Interventi di ricostruzione degli edifici universitari della città di L’Aquila” (Piano Annuale MIUR 2018); 
  • ha assegnato risorse per la copertura delle spese obbligatorie connesse alle Funzioni essenziali da svolgere nei territori colpiti dal sisma – annualità 2017-2019;
  • assegnato risorse per nuovi interventi selezionati del Programma di sviluppo del cratere sismico.

> CIPE - esito seduta 22 dicembre 2017

Photo on Foter.com

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti