Mipaaf – al via domande per credito di imposta reti impresa e ecommerce

 

A partire da oggi è possibile richiedere il credito d'imposta per gli investimenti delle reti di imprese agricole e per il commercio elettronico

Agroalimentare - foto di Takeaway

CdM: campolibero, incentivi per il settore agroalimentare

Agricoltura - fondi per credito d'imposta e-commerce e reti di impresa

Introdotti dal programma Campolibero, gli incentivi mirano a promuovere l'aggregazione e l'innovazione tecnologica delle imprese agricole che partecipano a contratti di rete e gli investimenti in infrastrutture informatiche per l'ecommerce.

L'agevolazione per gli investimenti realizzati dalle imprese aderenti a un contratto di rete per lo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi, nuove tecnologie e per la cooperazione di filiera è pari al 40% della spesa ammissibile, fino a un massimo di 400mila euro per azienda. Tali spese comprendono i costi per l'acquisto di beni immobili e di beni strumentali mobili, le spese professionali, di comunicazione e promozione, ma anche i costi per attività di ricerca e sviluppo e per la formazione.

Mipaaf - credito d'imposta per incentivazione reti di impresa

L'incentivo per la promozione del commercio elettronico di prodotti agroalimentari è pari al 40% della spesa ammissibile, fino un massimo di 50mila euro per impresa, e copre l'acquisizione di dotazioni tecnologiche, software, progettazione e implementazione, sviluppo di database e sistemi di sicurezza.

Mipaaf – credito d’imposta per il commercio elettronico

Per il triennio 2014-2016 il Ministero delle Politiche agricole ha messo a disposizione complessivamente 29 milioni di euro, di cui 19 milioni per le spese sostenute nel 2014 e nel 2015 e i restanti 10 milioni per gli investimenti effettuati nel 2016, di cui 9 milioni per le reti di impresa e un milione di euro per l'ecommerce.

Il credito d'imposta per le spese sostenute le 2016 può essere richiesto dal 20 al 28 febbraio 2017, utilizzando i modelli predisposti dal Mipaaf. L'importo dell'agevolazione riconosciuta dal Ministero deve essere indicato dall'impresa nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d'imposta di riferimento è concesso ed è utilizzabile esclusivamente in compensazione.  

E-Commerce - UE, come superare barriere e protezionismo?

Photo credit: Takeaway

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti