CIPE – ok a finanziamenti per infrastrutture, ricerca e sisma Abruzzo

 

Assegnate risorse per interventi infrastrutturali nel Paese, il sisma in Abruzzo, la sicurezza urbana di Roma e progetti di ricerca

 Sisma

Aggiornamento 24 marzo 2016: sulla Gazzetta ufficiale n. 69 del 23 marzo 2016 è stata pubblicata la delibera n. 100/2015 "Regione Puglia: contratto istituzionale di sviluppo per l'area di Taranto - salvaguardia risorse FSC 2007-2013 e assegnazione risorse FSC 2014-2020"

Durante la seduta del 23 dicembre il CIPE ha approvato numerosi interventi, riguardanti l'assegnazione delle risorse del Fondo sviluppo e coesione (FSC) 2014-2020, il settore delle infrastrutture ed altri temi.

Area di Taranto

Il CIPE ha assegnato 38,69 milioni di euro, a valere sul FSC 2014-2020, per la realizzazione di un Piano stralcio di interventi di immediata attivazione per l’Area di Taranto:

  • 37,19 milioni di euro per gli interventi sull’Arsenale Militare, a titolarità del Ministero della difesa;
  • 5 milioni di euro per azioni per l’accelerazione della progettazione degli interventi prioritari, a titolarità di Invitalia Spa.

Il Comitato ha inoltre salvaguardato gli interventi finanziati con le risorse FSC 2007-2013 e 2000-2006, che saranno ricompresi nel Contratto istituzionale di sviluppo (CIS) per l’Area di Taranto, per un importo complessivo di 268,5 milioni di euro.

I Contratti istituzionali di sviluppo (CIS), istituiti dall'articolo 6 del decreto legislativo n. 88-2011, si affiancano ai Contratti di sviluppo per finanziare opere infrastrutturali funzionali alla coesione territoriale del Paese. I CIS sono sottoscritti dal Ministro per la coesione territoriale, d'intesa con il Ministro dell'economia e finanze, e da altre amministrazioni competenti, per eseguire interventi prioritari di sviluppo, soprattutto nelle aree svantaggiate e nel Mezzogiorno.

Il Contratto istituzionale di sviluppo (CIS) per l'Area di Taranto, del valore complessivo di 864 milioni di euro, è stato illustrato a Palazzo Chigi il 22 dicembre, alla presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti.

Messa in sicurezza Cagliari-Sassari

Durante la riunione il CIPE ha approvato anche il progetto per l'adeguamento e messa in sicurezza della S.S. 131 Cagliari-Sassari, dal km 108+300 al km 209+500.  Il costo dell’intervento è di circa 181,8 milioni di euro, di cui:

  • 143 milioni a valere su risorse del decreto legge n. 133-2014,
  • 37,4 milioni a valere sul FSC 2014-2020,
  • 1,4 milioni a valere su fondi regionali.

Rete ferroviaria

Il CIPE, inoltre, ha espresso parere favorevole allo schema di aggiornamento 2015 del Contratto di programma 2012-2016 parte investimenti tra il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e Rete ferroviaria italiana (RFI) Spa, che prevede la contrattualizzazione di risorse finanziarie aggiuntive per un valore di circa 8 miliardi 971 milioni di euro, derivanti da:

  • le assegnazioni di 9 miliardi 976 milioni di euro (di cui 8.650 milioni di euro da Legge di stabilità 2015 e 1.326 milioni di euro da altre fonti);
  • il recepimento di definanziamenti per circa 1 miliardo 005 milioni di euro derivanti da provvedimenti di legge ed altre disposizioni.

Sisma Abruzzo

Il Comitato ha assegnato oltre 1 miliardo di euro per la ricostruzione degli immobili privati danneggiati dal sisma dell’Abruzzo del 2009, così ripartiti:

  • 706,54 milioni di euro per il Comune de L’Aquila;
  • 341,18 milioni di euro per gli altri comuni del cratere;
  • 29,27 milioni di euro per i comuni fuori del cratere;
  • 11,98 milioni di euro per il finanziamento dei servizi di natura tecnica e assistenza qualificata, di cui beneficeranno le Amministrazioni del territorio direttamente coinvolte nella gestione della ricostruzione.

Sicurezza urbana di Roma

il CIPE ha assegnato 19,11 milioni di euro, a valere sul FSC 2014-2020, per un piano di interventi per la sicurezza urbana di Roma. Il piano prevede la ristrutturazione e l'adeguamento di immobili pubblici che fungeranno da sedi delle forze dell’ordine per migliorare la sicurezza in alcune aree periferiche della capitale. Le risorse sono destinate al Ministero dell’Interno.

Altre decisioni

Tra le altre decisioni prese durante la riunione del 23 dicembre figura l'assegnazione di 11,05 milioni di euro, a valere sul FSC 2014-2020, alla Regione Toscana per finanziare un programma di interventi a sostegno dell’industria audiovisiva localizzata nel territorio regionale.

Il CIPE ha poi assegnato, nell’ambito del Fondo integrativo speciale per la ricerca (FISR) per gli anni 2014 e 2015, circa 30 milioni di euro a 5 progetti di ricerca:

  • “High performance data network. convergenza di metodologie e integrazione di infrastrutture per il calcolo High Performance (HPC) e High Throughput (HTC)" (12,5 milioni di euro);
  • “Identificazione di agenti bioattivi da prodotti naturali di origine animale e vegetale - PRONAT” (6,5 milioni di euro),
  • “PHD ITalents – global entrepreneurship” (3 milioni di euro),
  • “Progetto Nazareno Strampelli per la ricerca e l’innovazione nella filiera olivicola-olearia" (1,29 milioni di euro),
  • “Centro internazionale di studi avanzati su ambiente e impatti su ecosistema e salute umana” (6,5 milioni di euro).

Approvato infine il Programma complementare di azione e coesione 2014-2020 per la governance dei sistemi di gestione e controllo, con un budget di 142,23 milioni di euro a valere sulle risorse del Fondo di rotazione di cui alla legge n. 183-1987.

Photo credit: https://www.facebook.com/robertotaddeofoto28 via Foter.com / CC BY-NC

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti