Campania: Terra dei Fuochi, fondi per gestione rifiuti

 

Terra dei Fuochi - Photo credit: SalernoRSS / Foter / CC BY-NC-SADalla Regione un impegno da 7 milioni di euro per l'avvio di interventi volti al miglioramento della gestione del ciclo dei rifiuti nella Terra dei Fuochi.

L'amministrazione regionale ha pubblicato nelle scorse ore il decreto che stabilisce l'impegno di 7 milioni di euro, a valere sul Fondo Aree Sottoutilizzate (FAS), per la realizzazione, da parte dei Comuni campani rientranti nella Terra dei Fuochi, delle “indispensabili iniziative” volte al coordinamento del sistema di gestione del ciclo dei rifiuti.

Il provvedimento è finalizzato alla promozione delle attività di raccolta, spazzamento, trasporto dei rifiuti e al contestuale incremento della raccolta differenziata e si colloca nell'ambito di un più ampio programma di azioni volte a combattere il fenomeno dei roghi di rifiuti e dell’inquinamento causato dallo smaltimento abusivo e dall’abbandono incontrollato degli scarti urbani, speciali e pericolosi nel quadrilatero compreso tra il litorale domitio, l’agro aversano-atellano, l’agro acerrano-nolano e vesuviano e la città di Napoli.

I fondi sono così ripartiti:

  • Giugliano in Campania con Villaricca, Parete e Melito 1.000.000 euro;
  • Calvano con Crispano 500.000 euro;
  • Sant'Antimo con Frattamaggiore 499.083 euro;
  • Qualino con Calvizzano 499.346 euro;
  • Trentola-Ducenta con San Marcellino 495.264 euro;
  • Marigliano con Brusciano, Castello di Cisterna e Mariglianella 728.578 euro;
  • Striano con Palma C., San Giuseppe V. e Somma V. 505.760 euro;
  • Saviano con Nola 399.424 euro;
  • Castel Volturno con Mondragone 470.000 euro;
  • Castelnuovo di Napoli e Pomigliano d'Arco 249.998 euro;
  • Marano di Napoli 250.000 euro;
  • Afragola 249.496 euro;
  • Cercola 31.260 euro;
  • Cesa 121.370 euro;
  • Caserta con Maddaloni 340.418 euro;
  • Carinaro con Scisciano 60.000 euro;
  • Acerra 30.000 euro;
  • Villa Literno 30.000 euro;
  • Mugnano di Napoli 30.000 euro;
  • Aversa 30.000 euro;
  • Casandrino 30.000 euro;
  • Lusciano 30.000 euro;
  • Orta di Atella 30.000 euro;
  • Casal di Principe con Casapesenna e San Cipriano 90.000 euro;
  • Marcianise 30.000 euro;
  • Napoli 30.000 euro;
  • Sant'Arpino 30.000 euro;
  • Succivo 30.000 euro;
  • Casaluce 30.000 euro;
  • Terzigno 30.000 euro;
  • Gricignano di Aversa 30.000 euro;
  • Villa di Briano 30.000 euro;
  • Casamarciano 30.000 euro;
  • Casoria 30.000 euro.

Contestualmente, è stato approvato anche l'impegno di 6,1 milioni di euro, sempre a valere su risorse FAS, per la realizzazione del progetto “Pattugliamento e monitoraggio della Terra dei Fuochi" a favore di SMA Campania S.p.a., società della Regione  specializzata nella prevenzione e nel contrasto degli incendi nelle aree boschive, nel risanamento ambientale, nel monitoraggio del territorio e nel riassetto idrogeologico.

Photo credit: SalernoRSS / Foter / CC BY-NC-SA

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti