Università: 20 milioni di euro destinati all'assunzione di ricercatori

 
Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha assegnato alle Università un budget di 20 milioni di euro al fine di garantire una più ampia assunzione di ricercatori nelle università con le modalità di cui alla legge 03.07.1998, n. 210. Viene destinata, in regime di cofinanziamento nel limite massimo del 50%, la somma complessiva di Euro 20 milioni da assegnare alle università stesse le quali, al netto delle quote di cui  all’art. 1, comma 1, del D.L. n. 300/06, convertito nella legge 26.02.2007 n. 17, presentano al 31/12/2006 un rapporto AF/FFO inferiore al 90%.

Alle stesse Università la predetta somma viene ripartita in base ai seguenti criteri:

  • fino al 20% del citato stanziamento le risorse sono assegnate in proporzione al peso percentuale di ciascun Ateneo risultante dall’applicazione del modello per la ripartizione teorica del Fondo di finanziamento ordinario alle Università (FFO), limitatamente alla quota relativa ai risultati delle attività di ricerca scientifica, tenuto conto delle rilevazioni CIVR- VTR 2001/2003, come già stabilito nel DM n°246 dell’ 08.05.07;
  • per la quota residua le risorse sono assegnate ai predetti Atenei sulla base del numero totale degli studenti iscritti ai corsi di dottorato di ricerca, dei titolari degli assegni di ricerca, di cui all’art. 51, comma 6, della legge 27 dicembre 1997 n. 449, e al numero dei ricercato di ruolo e a tempo determinato assunti presso l’Ateneo nel periodo 1 gennaio 2004 - 30 settembre 2007.

Tali assegnazioni, disposte in regime di cofinanziamento, saranno oggetto di apposita verifica e, qualora non vengano utilizzate per i fini stessi, si procederà al relativo recupero a valere sul Fondo di Finanziamento Ordinario.

Testo integrale Decreto del 9 ottobre 2007 

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti