L'Agenzia delle Entrate distribuisce le nuove cambiali

 

Iniziata la distribuzione su tutto il territorio nazionale delle nuove cambiali che saranno prive di valore e sulle quali sarà necessario apporre i nuovi contrassegni telematici "marca cambiali", variabili in base all'imposta da pagare ed emessi in tempo reale dal tabaccaio e da ogni altro rivenditore autorizzato.

Le cambiali usate fino a oggi possono ancora essere utilizzate, integrandone, se necessario, il valore con i contrassegni telematici. Nel 2008, attraverso un decreto del ministero dell'Economia e Finanze, saranno dichiarate fuori corso le vecchie cambiali.

La Finanziaria 2007 ha introdotto un limite minimo per l'assolvimento dell'imposta di bollo, nella misura di 1 euro, ridotto a 0,50 per l'imposta sulle cambiali. Per tale motivo è stato predisposto un parametro tecnico che impedisce l'emissione telematica di marche da bollo inferiori a 1 euro e "marche cambiali" inferiori a 0,50 euro. Le marche da bollo da 0,26 e 0,77 euro, necessarie per i versamenti dei diritti di copia, restano invece in uso.

La stessa legge Finanziaria prevede inoltre che l'imposta dovuta, in misura proporzionale sulle cambiali, debba essere arrotondata a 10 centesimi di euro, a seconda che si tratti di frazioni sino a 5 o superiori a 5 centesimi di euro.
(Fonte: FiscoOggi)

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti