Eu Access to Finance Day: il programma Cosme per i finanziamenti alle PMI

 

EU Access to Finance Day - fonte: Rappresentanza in Italia Commissione europeaA Roma la prima tappa dell'Eu Access to Finance Day, la campagna di informazione sui finanziamenti alle imprese che il vicepresidente della Commissione europea con delega all'Industria Antonio Tajani porterà in giro per tutte le capitali europee da qui alla fine del 2014.

A fare il punto sulle misure adottate, a Bruxelles e a Roma, per affrontare il problema della stretta creditizia, insieme al vicepresidente Tajani, il ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato, che ha ripercorso le principali novità della legge di Stabilità e anticipato che l'atteso decreto del Fare 2 dovrebbe approdare in Consiglio dei ministri entro 15 giorni.

Protagonisti della giornata sono, però, gli strumenti europei a sostegno delle imprese, a cominciare da Cosme, il nuovo programma Ue dedicato a migliorare l'accesso ai finanziamenti da parte delle PMI.

Cosme

Con un bilancio di 2,3 miliardi di euro, Cosme prende il testimone del Programma per la competitività e l'innovazione (Cip 2007-2013) per favorire la concessione di finanziamenti e capitale di rischio alle PMI e agli aspiranti imprenditori. Il 60% del bilancio di Cosme finanzierà la messa a disposizione di garanzie e venture capital per incoraggiare flussi creditizi e investimenti verso le piccole e medie imprese.

Il programma agirà tramite intermediari finanziari, come banche società di leasing, società di mutua garanzia e fondi di capitale di rischio, che potranno anche creare strumenti finanziari modellati sulle esigenze delle PMI attive nei diversi mercati dell'Unione. Inoltre, Cosme sosterrà l'internazionalizzazione delle imprese, il programma Erasmus per giovani imprenditori, l'educazione all'imprenditorialità e gli help desk sui diritti di proprietà intellettuale.

L'impatto dello strumento è stimato in 20 miliardi di prestiti e 4 miliardi di capitali di rischio e a beneficiarne dovrebbero essere 350mila imprese europee.

Fondi regionali, Horizon 2020 e Bei

Anche nell'ambito della Politica di Coesione e del nuovo programma per la ricerca e l'innovazione Horizon 2020, ha spiegato Tajani, ci saranno più risorse per i finanziamenti alle piccole e medie imprese. Inoltre, il commissario ha sottolineato il contributo della Banca europea degli investimenti: la ricapitalizzazione della BEI attuata a marzo produrrà un effetto leva fino a 180 miliardi di nuovi investimenti.

Basilea III

Nei mesi scorsi, ha ricordato Tajani, la Commissione europea ha ottenuto di escludere i prestiti alle PMI di importo non superiore a 1,5 milioni di euro dall'applicazione dei nuovi criteri di capitale per il settore bancario di Basilea III.

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti