Abruzzo: 9 milioni di euro per il sostegno di start-up innovative

 

Technology - foto di Thomas HawkSi chiama "Start Up start hope" ed è un bando regionale di prossima attivazione destinato a promuovere la nascita di imprese innovative. Lo strumento, che prevede uno stanziamento di 9 milioni di euro sotto forma di fondo rotativo gestito da Fira SpA, si inserisce nell'ambito di una più ampia politica di sviluppo che ha già visto l'Abruzzo impegnato a favore della nascita di poli di innovazione e reti di impresa e della crescita industriale in chiave tecnologico-sperimentale.

I finanziamenti saranno concessi a iniziative imprenditoriali che abbiano per oggetto:

  • innovazione di prodotto o di servizi,
  • innovazione di processo,
  • innovazione organizzativa,
  • sviluppo sperimentale,
  • trasferimento tecnologico
  • ricerca industriale.

La finanziaria regionale abruzzese Fira SpA, in qualità di soggetto gestore del bando, parteciperà al capitale sociale delle imprese con una percentuale minoritaria, compresa tra il 15% e il 45%, per un importo massimo di 1,5 milioni di euro ad impresa e per una durata massima di 5 anni.

Beneficiarie del bando sono le piccole nuove imprese innovative aventi sede operativa nella Regione Abruzzo, costituite/costituende sotto forma di società di capitali e finanziariamente stabili. Le aziende a cui sarà concesso l'incentivo dovranno restituire il valore della partecipazione di Fira SpA, in un ottica di responsabilizzazione dei nuovi imprenditori.

Le imprese che garantiranno l'assunzione di lavoratori temporaneamente usciti dal mercato del lavoro e quelle facenti parte (o interessate a fare parte) dei poli di innovazione avranno infine diritto a ulteriori premi.

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti