Lazio: open data, legge regionale ad hoc e bandi per imprese e PA

 

Regione Lazio - foto di LalupaE' attesa per il prossimo 12 settembre la presentazione, presso la Sala Tirreno della Regione Lazio, della 'Legge Regionale per il riutilizzo delle informazioni e dei dati pubblici' e dei bandi Open Data per imprese e Pubbliche amministrazioni locali. Iniziative in linea con la deliberazione del 20 luglio scorso con cui la Giunta regionale stanziava 47 milioni di euro, dai fondi POR FESR Lazio 2007-2013, per promuovere applicazioni innovative e progetti open data nei processi produttivi delle Pmi e per l'erogazione di servizi ICT anche agli enti pubblici.

In particolare, il provvedimento approvato a luglio ha dato il via libera alle modalità attuative dell’attività I.7 del POR FESR (Sviluppo di applicazioni, prodotti, processi, contenuti e servizi ICT), e al bando che finanzierà progetti open data presentati delle Pmi del Lazio.

L’attività I.7 promuove la diffusione dell'ICT nelle piccole e medie imprese per accrescere l’innovazione nei processi produttivi e nell’erogazione di servizi, ma si rivolge anche agli enti pubblici che intendono migliorare i servizi alle imprese e al cittadino.
Lo stanziamento complessivo ammonta a 47 milioni di euro, di cui:

  • 25 milioni di euro sono riservati alle Pmi (per promuovere e-commerce, istruzione e imprenditorialità),
  • 22 milioni di euro vanno alla Pubblica amministrazione per servizi e applicazioni rivolti ai cittadini (servizi sanitari online, e-government, e-learning).

Il bando, invece, ha una dotazione totale di 6 milioni di euro. Sarà gestito da Filas, cui è affidato anche il compito di realizzare il portale dati.lazio.it. Il contributo concesso sarà pari al 70% (75% in caso di aggregazioni di Pmi) con il limite massimo di 200mila euro a progetto.

All'incontro del 12 settembre presenzierà la presidente della Regione Lazio Renata Polverini.

________________

PER MOTIVI DI ORDINE PUBBLICO L'EVENTO E' STATO ANNULLATO

Per leggere il contenuto prego
o