Efficienza energetica: detrazione 55%, piu' vicina proroga al 2020

 

Infissi - foto di Johann RichardIl governo l'ha prevista nel Documento di Economia e Finanza (Def) e il ministro per l'Ambiente Corrado Clini l'ha proposta al Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe), nel “Piano per la riduzione delle emissioni al 2020”. Parliamo della proroga al 2020 della detrazione del 55% sugli interventi per la riqualificazione energetica degli edifici in scadenza a fine 2012. Sul tema si è espressa anche la commissione Ambiente e Lavori pubblici della Camera, che ha chiesto, insieme alla stabilizzazione della detrazione, la sua estensione agli interventi per la prevenzione del rischio sismico.

Per raggiungere gli obiettivi posti dall'Europa per il 2020 - più 20% di impiego delle rinnovabili, risparmio energetico e riduzione delle emissioni -, il governo pensa quindi ad estendere la durata del bonus per l'efficienza. Quello che non è ancora chiaro è se il livello della detrazione verrà mantenuto al 55% o piuttosto, come previsto dalla Manovra Salva Italia, sarà ridotto al 36%.
In bilico anche la proposta dei deputati, che vorrebbero applicare il meccanismo anche al consolidamento antisismico.

Nel piano del ministro Clini ci sono però anche altre misure, tra cui:

  • l’istituzione di un catalogo di tecnologie, sistemi e prodotti per decarbonizzare l'economia italiana;
  • l’introduzione della carbon tax, per raccogliere risorse che andrebbero a potenziare il Fondo di Kyoto;
  • lo sviluppo di reti intelligenti per 'smart cities'.

Il tutto potrebbe essere accompagnato dai decreti attuativi del Dlgs 28/2011 dedicati a rinnovabili termiche ed efficienza, insieme alla riforma del sistema dei certificati bianchi.

Links

Proposta delibera CIPE

Sezione III DEF – Programma nazionale di riforma

Dlgs 28/2011

Per leggere il contenuto prego
o