Sardegna: incentivi per l'auto sostenibilità energetica

 

Energia eolica - Foto di MissionaryPresentato a Cagliari un nuovo programma da 12,4 milioni di euro, che prevede l'erogazione di aiuti alle imprese per la realizzazione di interventi volti ad aumentare la produzione di energia da fonti rinnovabili, per il risparmio energetico e per la riduzione dell'intensità e l'efficienza energetica. Lo scopo è quello di favorire condizioni di auto sostenibilità diffusa sul territorio, scoraggiando in maniera netta l'uso del nucleare e riducendo le emissioni di anidride carbonica.

"La Regione punta a produrre, in linea con gli obiettivi stabiliti dall'Unione europea, almeno il 20% delle energie da fonti rinnovabili entro il 2020, per arrivare nel 2030 al 35%". Così il Governatore della sardegna, Ugo Cappellacci, ha aperto la conferenza stampa di presentazione del piano di intervento.

Gli aiuti sono destinati alle imprese sarde che intendono investire nella produzione di energia da fonti rinnovabili e promozione dell'utilizzo di tecnologie ad alta efficienza e risparmio energetico e sostegno alla cogenerazione diffusa.

Gli investimenti in impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili,
di cui una quota consistente dovrà essere destinata all'autoproduzione, potranno riguardare:

  • impianti per la produzione di energia elettrica da biomassa,
  • pannelli solari termici,
  • impianti eolici di potenza elettrica inferiore a 60 KW o impianti fotovoltaici.

Gli investimenti di risparmio energetico, che dovranno comportare una riduzione dei consumi nel sistema produttivo e/o aziendale di almeno il 10% rispetto all'anno precedente, potranno consistere in interventi:

  • sulla linea produttiva,
  • sugli impianti di cogenerazione,
  • sulla riqualificazione energetica.

L'aiuto sarà sotto forma di contributo in conto capitale, calcolato sulle spese ammissibili sostenute per la realizzazione del programma di investimento, in una percentuali differente a seconda delle dimensioni aziendali: 15% per le grandi imprese, 25% per le medie e 35% per quelle di piccole dimensioni.

Le domande saranno a "sportello" e si potranno presentare dal 13 settembre 2011 al 5 aprile 2012.

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o