TMview: un solo strumento per la consultazione di 8,5 milioni di marchi

 
Files - Immagine di Az1568Presentata dall'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi TMView, una nuova banca dati dei marchi, gratuita, per consultare i registri degli Uffici di proprietà intellettuale pubblicamente riconosciuti che hanno deciso di partecipare al progetto. L'obiettivo di TMview è raccogliere dati da tutti i 27 paesi membri dell'UE, oltre a quelli reperibili dall'Office for Harmonization in the Internal Market of the European Union (OHIM) e dalla World Intellectual Property Organization (WIPO), per un totale di circa 8,5 milioni di trademarks.

Un marchio è una parola, una frase, un simbolo o una combinazione di questi elementi, che identifica e distingue i beni o i servizi di un’azienda da quelli di un’altra. 

I marchi possono essere registrati presso uffici nazionali, regionali o internazionali, in base alle esigenze dell'impresa e ai mercati in cui opera, dal momento che questi sistemi forniscono una protezione legale limitata ai territori cui si riferiscono.
La protezione consiste nel fatto che la registrazione del marchio attribuisce il diritto esclusivo ad un'impresa di impedire l’utilizzazione da parte di altri dello stesso marchio, o di un marchio simile che potrebbe confondere i consumatori, nella commercializzazione di prodotti analoghi.

I marchi sono strumenti essenziali per le imprese nella misura in cui:

  • permettono al consumatore di distinguere prodotti simili, provenienti da imprese differenti;
  • sono strumenti di marketing, su cui costruire l’immagine e la reputazione dell’impresa;
  • possono essere concessi in licenza e quindi costituire una fonte di reddito addizionale (royalties);
  • stimolano le imprese ad investire nel mantenimento o nel miglioramento della qualità dei prodotti;
  • possono facilitare l’ottenimento di finanziamenti.

Per quanto riguarda l'Italia, la banca dati nazionale dell'Ufficio italiano brevetti e marchi raccoglie tutte le informazioni relative alle domande depositate presso le Camere di commercio, che attualmente superano i due milioni.
L'aggiornamento della base dati del sito avviene periodicamente e il motore di ricerca risponde mediamente a circa 30.000 interrogazioni giornaliere.

Nel caso in cui l’impresa decida di esportare o concedere in licenza l’uso del marchio in altri paesi, è opportuno registrare il marchio in quei paesi.

Una prima modalità è quella di effettuare una serie di registrazioni nazionali, quindi seguire la procedura prevista da ogni singolo ufficio nazionale, nella lingua prescritta e pagando le relative tasse.

Tuttavia se i paesi in cui in cui si vuole ottenere la protezione sono membri di un sistema regionale di marchi, è possibile effettuare una registrazione presso l’ufficio regionale competente che sarà valida nel territorio di tutti i paesi membri del sistema.

Tra questi sistemi regionali vi è l'Office for Harmonization in the Internal Market of the European Union (OHIM), la cui copertura legale è estesa ai 27 Stati membri dell'UE.

Se il paese cui l'impresa appartiene è un membro del cosiddetto sistema di Madrid ed il marchio è già stato registrato in quel paese,  attraverso la World Intellectual Property Organization (WIPO), la protezione può essere estesa ad oltre 70 paesi.

Il sistema di Madrid consente al titolare di un marchio di ottenerne la registrazione in tutti i paesi che fanno parte del sistema attraverso un’unica domanda internazionale, pagando una sola serie di tasse e rispettando unicamentle corrispondenti scadenze.

Sempre a livello europeo esiste poi l'European Patent Office (EPO), che fornisce una procedura uniforme per inventori individuali e imprese che vogliano ottenere la protezione dei propri brevetti in oltre 40 paesi europei. L'EPO è il braccio esecutivo della European Patent Organisation

I dati raccolti da tutti questi sistemi di registrazione coesistono e sono in qualche modo complementari; la loro consultazione avviene accedendo individualmente ai siti web dei differenti Uffici, ma comporta il confronto con layout, procedure e lingue sempre differenti, oltre all'eventualità di dover sostenere dei costi per il servizio.

Attraverso  TMview per la prima volta tutti i dati sono disponibili in un unico strumento e in tutte le lingue usate dai differenti uffici aderenti al progetto.

TMview offre la possibilità di effettuare ricerche veloci o avanzate, inserendo parole che compongono il nome del marchio o sulla base di diversi criteri di ricerca, scaricare e stampare i marchi registrati senza presentare alcuna documentazione, attraverso una procedura semplice e intuitiva.

Le informazioni sono fornite dagli Uffici che detengono i contenuti e che sono responsabili del loro aggiornamento giornaliero.

Per leggere il contenuto prego
o