Sicilia: oltre 125 milioni di euro per le aree a vocazione turistica

 
Cefalù - Foto di BjsSarà pubblicato nei prossimi giorni un bando a sostegno dell'offerta ricettiva locale e delle correlate attività di completamento, da realizzarsi nelle aree a vocazione turistica, mediante la riconversione e/o la riqualificazione del patrimonio immobiliare già esistente, considerando in particolare gli edifici storici e di pregio situati nei centri storici, nei borghi marinari, e gli edifici della tradizione rurale. Le risorse a disposizione ammontano a 125 milioni di euro.

I soggetti beneficiari delle agevolazioni sono le piccole e medie imprese che realizzano gli investimenti in alcune aree del territorio regionale, che gestiscono o che intendono intraprendere la gestione di attività ricettive.

Le risorse verranno destinate alle seguenti attività:

  • attività ricettive alberghiere ed extralberghiere;
  • attività di ristorazione correlate ad una attività ricettiva esistente;
  • attività sportive correlate ad una attività ricettiva esistente;
  • attività inerenti il benessere fisico della persona correlate ad una attività ricettiva esistente.
  • attività inerenti la congressualità correlate ad un’attività ricettiva esistente.

Le attività ricettive alberghiere sono, nel dettaglio:

  • alberghi;
  • motels;
  • villaggi albergo;
  • residenze turistico alberghiere;
  • campeggi;
  • villaggi turistici;
  • esercizi di affittacamere;
  • case ed appartamenti per vacanze;
  • case per ferie;
  • ostelli per la gioventù;
  • rifugi alpini;
  • aziende turistico residenziali;
  • turismo rurale.

Tra le attività ammissibili possiamo individuare:

  • attivazione di nuova attività ricettiva;
  • ampliamento di attività ricettiva esistente;
  • riqualificazione di attività ricettiva esistente;
  • riattivazione di attività ricettiva esistente;
  • attivazione di nuove attività di completamento correlate ad una struttura ricettiva esistente;
  • ampliamento di esistenti attività di completamento correlate ad una struttura ricettiva esistente;
  • riqualificazione di esistenti attività di completamento correlate ad una struttura ricettiva esistente.

Per l'investimento iniziale saranno erogati contributi in conto impianti di intensità pari al 50% dell’importo delle spese ammissibili dei progetti presentati dalle piccole imprese, ed al 40% dell’importo delle spese ammissibili dei progetti presentati dalle medie imprese.

Per leggere il contenuto prego
o