Bilancio UE 2021-2027: Fondo europeo difesa e Strumento per la pace

 

King, Katainen, Mogherini, Bieńkowska © European Union, 2018/Source: EC - Audiovisual ServiceNell'ambito del Quadro finanziario pluriennale 2021-2027 Bruxelles propone un budget da 13 miliardi di euro per il Fondo europeo per la difesa, cui si aggiungerebbe uno strumento per la pace da 10,5 miliardi esterno al bilancio UE.

Fondo europeo difesa: PE approva Programma sviluppo industriale

La Commissione europea presenta le sue proposte per accrescere l'autonomia strategica dell'UE, rafforzare la capacità dell'Unione di proteggere e difendere gli europei e conferire all'Europa un ruolo più incisivo a livello mondiale. Bruxelles propone di istituire un Fondo europeo per la difesa con una dotazione di 13 miliardi di euro, a valere sul bilancio UE 2021-2027, e uno Strumento europeo per la pace da 10,5 miliardi, esterno al Quadro finanziario pluriennale.

"Le attuali proposte contribuiranno a far sì che l'UE prenda in mano il proprio destino. Stiamo acquisendo una maggiore titolarità nel difendere e proteggere i nostri cittadini. Per la prima volta nella storia dell'Unione europea, una parte del bilancio europeo è destinata ad investimenti collettivi finalizzati allo sviluppo di nuove tecnologie e nuovi materiali per proteggere i nostri cittadini. Il Fondo europeo per la difesa è un effettivo strumento europeo che incoraggia gli investimenti congiunti e intensifica gli sforzi degli Stati membri nel settore della difesa", ha commentato il vicepresidente della Commissione, responsabile per l'Occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività, Jyrki Katainen.

Il Fondo europeo per la difesa

Annunciato per la prima volta dal presidente della Commissione Jean-Claude Juncker nel suo discorso sullo stato dell'Unione del settembre 2016, il Fondo europeo per la difesa è stato lanciato in una prima versione sperimentale nel giugno 2017, con due finestre di finanziamento: da una parte, l'Azione preparatoria sulla ricerca in materia di difesa per il periodo 2017-2019, dall'altra, il Programma europeo di sviluppo del settore industriale della difesa (EDIDP) per il biennio 2019-2020.

Fondo europeo difesa - i topic delle call 2018

La proposta della Commissione mira a stabilizzare e potenziare il Fondo europeo per la difesa nel settennato 2021-2027, con una dotazione complessiva di 13 miliardi di euro per sostenere gli investimenti in ricerca e lo sviluppo e l'acquisizione di capacità, tecnologie e materiali all'avanguardia.

"Il Fondo europeo per la difesa segna una svolta decisiva per la cooperazione nel settore della difesa in Europa. Prendendo le mosse dalle prime iniziative sperimentate negli ultimi due anni, lo stiamo ora potenziando per trasformarlo in un ambizioso strumento europeo atto a sostenere progetti di collaborazione nel settore della difesa lungo l'intero ciclo di sviluppo", ha commentato la commissaria responsabile per il Mercato interno, l'industria, l'imprenditoria e le PMI Elżbieta Bieńkowska.

Nello specifico, 4,1 miliardi saranno destinati alla concessione di sovvenzioni per il finanziamento diretto di progetti di ricerca competitivi e collaborativi, mentre 8,9 miliardi saranno disponibili per integrare gli investimenti degli Stati membri mediante il cofinanziamento dei costi connessi allo sviluppo di prototipi e alle conseguenti attività di certificazione e collaudo.

Ai finanziamenti saranno ammessi solo progetti collaborativi che coinvolgano almeno tre partecipanti provenienti da tre Stati membri e che corrispondano alle priorità concordate dai Paesi UE nel quadro della politica di sicurezza e di difesa comune e di altre organizzazioni regionali e internazionali, come la NATO.

Una quota pari al 5% delle risorse sarà destinata all'innovazione dirompente, quindi a tecnologie e materiali innovativi che consentano all'UE di rafforzare la propria leadership tecnologica a lungo termine, mentre i progetti sviluppati nell'ambito della PESCO, la cooperazione strutturata permanente in materia di difesa, e giudicati ammissibili al sostegno del Fondo potranno ricevere un'ulteriore maggiorazione del cofinanziamento del 10%.

La Commissione punta inoltre a incoraggiare l'accesso al Fondo da parte di PMI e mid-cap, con tassi di finanziamento più elevati e bandi dedicati; anche i costi per lo sviluppo di prototipi comuni potranno essere cofinanziati dal Fondo per la difesa, a condizione però che gli Stati membri si impegnino ad acquistare il prodotto finale.

Proposta legislativa Fondo europeo per la difesa

Lo strumento europeo per la pace

Al Fondo europeo per la difesa si affiancherà un altro strumento, esterno al Bilancio UE, e dedicato alla prevenzione dei conflitti. "Con il sostegno della Commissione propongo inoltre di istituire uno Strumento europeo per la pace, che migliorerà il finanziamento di operazioni militari dell'UE e il sostegno alle azioni intraprese dai nostri partner", ha dichiarato Federica Mogherini, vicepresidente della Commissione e Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, illustrando l'European Peace Facility.

Lo Strumento europeo per la pace dovrebbe disporre di risorse per 10,5 miliardi di euro, riunendo i meccanismi fuori bilancio già esistenti destinati alla sicurezza e alla difesa, al fine di superare le attuali carenze e limitazioni.

L'obiettivo è aumentare l'efficacia dei finanziamenti a favore delle missioni e delle operazioni militari compiute nel quadro della politica di sicurezza e di difesa comune (PSDC) e agevolare il contributo dell'UE alle operazioni di pace condotte dai suoi partner, coprendo le spese che non possono essere finanziate a titolo del bilancio dell'Unione per via delle implicazioni in ambito militare e di difesa.

La proposta della Commissione per il bilancio UE 2021-2027

© European Union, 2018/Source: EC - Audiovisual Service

Per leggere il contenuto prego
o