PSR 2014-2020 – via a domande per assicurazioni agricole agevolate

 

PSRN 2014-2020Come partecipare al bando da 300 milioni di euro per la concessione di contributi sui premi assicurativi agricoli.

Mipaaf – Piano assicurativo agricolo 2016

Finanziamenti agricoltura – come sara' la PAC post 2020?

Arriva in Gazzetta ufficiale il bando attuativo della Sottomisura 17.1 - Assicurazione del raccolto, degli animali e delle piante del Programma di sviluppo rurale nazionale (PSRN) 2014-2020 - campagna assicurativa 2016 – vegetali.

A disposizione ci sono 300 milioni di euro, di cui 165 milioni a carico del Fondo di rotazione ex legge n. 183/1987 e 135 milioni a valere sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR).

Cosa finanzia la Sottomisura 17.1

La sottomisura 17.1 “Assicurazione del raccolto, degli animali e delle piante” del Programma di sviluppo rurale nazionale 2014-2020 (PSRN) mira a incentivare una più efficace gestione dei rischi in agricoltura, migliorando l'offerta di strumenti assicurativi, incrementando il numero di imprese agricole che vi fanno ricorso e riducendo il divario nella diffusione delle assicurazioni esistente tra alcune aree del paese e tra alcuni settori.

Nella pratica, il sostegno è pari al 65% della spesa sostenuta dagli agricoltori per il pagamento dei premi di polizze assicurative del raccolto e delle piante stipulate, in forma collettiva o individuale, con le compagnie di assicurazione.

Chi può richiedere i contributi

L'avviso è rivolto agli agricoltori che soddisfano precisi requisiti:

  • a) essere imprenditori agricoli ai sensi dell'art. 2135 del codice civile, iscritti nel registro delle imprese o nell'anagrafe delle imprese agricole istituita dalla Provincia autonoma di Bolzano;
  • b) essere agricoltori attivi ai sensi dell'art. 9 del regolamento (UE) n. 1307/2013 ed ai sensi del decreto ministeriale 18 novembre 2014, del decreto ministeriale 26 febbraio 2015 e del decreto ministeriale del 20 marzo 2015;
  • c) essere titolari di «Fascicolo Aziendale» ai sensi del decreto ministeriale 12 gennaio 2015 n. 162 in cui deve essere dettagliato il piano di coltivazione che va mantenuto costantemente aggiornato nel corso del tempo e che individui le superfici utilizzate per ottenere il prodotto oggetto dell'assicurazione, nonchè i relativi titoli di conduzione validi per l'intera durata dell'operazione per la quale si richiede il contributo.

Quali operazioni sono ammissibili

Sono ammissibili ai contributi esclusivamente le polizze che prevedono il risarcimento in caso di perdite superiori al 30% della produzione media annua dell'agricoltore.

In base all'avviso, la copertura assicurativa deve essere riferita all'anno solare o all'intero ciclo produttivo di ogni singola coltura, che può concludersi anche nell'anno solare successivo a quello di stipula della polizza o del certificato di polizza in caso di polizze collettive.

Nel contratto assicurativo, inoltre, la localizzazione delle colture deve trovare rispondenza con l'individuazione delle superfici presenti nel fascicolo aziendale.

Nel caso della campagna assicurativa 2016, le polizze singole ed i certificati per le polizze collettive devono essere stati sottoscritti entro le date definite dal Piano assicurativo agricolo nazionale (PAAN 2016), cioé:

  • per le colture a ciclo autunno primaverile, entro il 15 luglio 2016;
  • per le colture permanenti, entro il 15 luglio 2016;
  • per le colture a ciclo primaverile, entro il 15 luglio 2016;
  • per le colture a ciclo estivo, di secondo raccolto, trapiantate, entro il 15 luglio 2016;
  • per le colture vivaistiche, entro il 31 ottobre 2016;
  • per le colture a ciclo autunno invernale, entro il 14 novembre 2016.

Le polizze assicurative agevolate devono assicurare esclusivamente le produzioni e le tipologie colturali individuate nell'allegato al bando insieme ai rischi ammissibili, classificati come avversità atmosferiche a calamità naturali, fitopatie e infestazioni parassitarie.

Le polizze assicurative agevolate non possono garantire rischi inesistenti o entrare in copertura dopo l'insorgenza dei rischi o dopo che questi siano cessati e devono sempre coprire una pluralità di rischi in base alle combinazioni previste dall'avviso.

Quando presentare la domanda di aiuto

La domanda di sostegno può essere presentata esclusivamente in via telematica sul sito AGEA e o sul portale SIAN entro 180 giorni a partire dalla data di pubblicazione dell'avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, quindi entro il 4 aprile 2018.

In seguito al provvedimento di concessione emesso dall'Autorità di gestione e successivamente al pagamento della polizza o del certificato di polizza nel caso di polizze collettive, il beneficiario deve presentare, entro il 30 giugno 2018, apposita domanda di pagamento ad AGEA, che successivamente approva l'elenco dei pagamenti, dandone comunicazione ai singoli beneficiari.

Il contributo viene erogato al beneficiario tramite bonifico sulle coordinate bancarie indicate dallo stesso all'atto di presentazione della domanda di sostegno.  

> Scopri di più sul bando PSR nazionale per la campagna assicurativa 2016

Per leggere il contenuto prego
o