Toscana: al via il bando per ricerca e sviluppo nella sanita'

 
Ospedale Santa Maria NuovaAmmontano a 5.000.000 di euro le risorse messe a disposizione della Regione Toscana a sostegno dei progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale congiunti tra piccole e medie imprese e organismi di ricerca in materia di salute. Le domande possono essere presentate fino al 13-07-2009.
Il bando rientra nelle azioni POR - FESR 2007/2013 - Linea di intervento 1.1.c ed è finanziato con risorse regionali, nazionali e comunitarie.
 
Le finalità che si intendono perseguire attraverso il presente bando sono:
  • rafforzare le capacità regionali di R&S legate agli obiettivi regionali di sviluppo e agli obiettivi del PSR;
  • promuovere, incrementare e rendere più efficaci gli investimenti nel campo della ricerca;
  • sostenere la collaborazione fra le imprese e gli organismi di ricerca;
  • valorizzare la ricerca al fine di generare ricadute sistemiche sulla struttura regionale, con riferimento alle infrastrutture economiche, sociali e a un migliore utilizzo delle risorse ambientali;
  • promuovere e sostenere una collaborazione effettiva tra imprese, organismi di ricerca e centri servizio per lo sviluppo di attività di trasferimento tecnologico e di diffusione dell’innovazione in ambiti e sistemi strategici individuati dagli strumenti della programmazione regionale.
I progetti di ricerca in materia di salute dovranno perseguire i seguenti obiettivi:
  • promuovere il progresso sperimentale nella ricerca biomedica perfezionando la produzione, la standardizzazione, l’acquisizione e l’analisi dei dati;
  • migliorare l’adeguatezza, la sicurezza e l’efficacia delle terapie, consolidando e sviluppando strategie ed interventi terapeutici innovativi;
  • sviluppare strategie incentrate sul paziente, dalla prevenzione alla diagnosi e alla cura, ivi compresa la ricerca clinica;
  • elevare la qualità e l’efficienza dei sistemi sanitari.
Le risorse complessive disponibili ammontano a € 5.000.000, di cui € 3.000.000 sull’annualità 2009 e € 2.000.000 sull’annualità 2010.
 
Possono beneficiare dei contributi previsti dal presente bando:
  • PMI che esercitano un’attività economica, identificata come prevalente, per l’unità locale che realizza il progetto, attinente alla fabbricazione di prodotti farmaceutici, biotecnologie, informatica e servizi;
  • Organismi di ricerca.
Gli aiuti di cui al presente bando sono concessi interamente nella forma di aiuto non rimborsabile e il costo ammissibile per singolo intervento rientrante nelle categorie della ricerca industriale e dello sviluppo sperimentale dovrà essere compreso tra un minimo di € 400.000 e un massimo di € 1.000.000.
(Fonte: Regione Toscana)
Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o