Ue - adottati POR 2014-2020 di Abruzzo e Puglia

 

Oltre 231 milioni di euro per il POR FESR Abruzzo e oltre 7 miliardi per il programma operativo FESR+FSE della Puglia

Eu flag - Photo credit: rockcohen / Foter / Creative Commons Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0)Gli stanziamenti dei programmi adottati nelle scorse ore dalla Commissione Ue sono finanziati per un 50% da Bruxelles e per l'altro 50% da risorse nazionali.

Abruzzo: POR FESR 2014-2020

La Commissione europea ha adottato il Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014-2020 della Regione Abruzzo, dall'investimento complessivo di 231.509.780 euro, per una metà finanziato da Bruxelles e per l'altra metà da risorse nazionali.

L'amministrazione ha definito la propria strategia sulla base delle priorità del territorio e del tessuto produttivo, al fine di:

  • sostenere il mercato del lavoro,
  • favorire la crescita e la competitività delle imprese,
  • valorizzare le risorse naturali, ambientali, culturali e turistiche.

Il POR è strutturato in sette Assi prioritari:

  • ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione,
  • diffusione servizi digitali,
  • competitività del sistema produttivo,
  • promozione di un'economia a basse emissioni di carbonio,
  • riduzione del rischio idrogeologico,
  • tutela e valorizzazione delle risorse naturali e culturali,
  • sviluppo urbano sostenibile.

A questi 7 assi, se ne aggiunge un ottavo per l'Assistenza tecnica.

Tra gli interventi specifici, il programma prevede:

  • agevolazioni alle imprese per ricerca e sviluppo,
  • azioni di accesso al credito,
  • interventi per la riduzione dei consumi energetici e infrastrutture ICT;
  • aiuti per la valorizzazione delle risorse naturali ed ambientali;
  • sostegno per contrastare il rischio idrogeologico sul territorio regionale.

Puglia: POR FESR+FSE 2014-2020

La Commissione europea ha inoltre adottato il Programma Operativo Regionale plurifondo (FESR+FSE) della Puglia per il periodo 2014-2020, con un investimento complessivo di 7,12 miliardi di euro, per metà a valere su risorse europee e per l'altra metà a valere su fondi nazionali. Delle risorse totali, oltre 5 miliardi e mezzo riguardano il FESR, mentre un miliardo e mezzo è dedicato all'FSE.

Le risorse, fa sapere la Commissione Ue, saranno suddivise in base alle specifiche finalità in tre principali pilastri.

Pilastro 1 - sostegno al sistema economico, attraverso:

  • 1,1 miliardi di euro per la competitività, l'innovazione e l'internazionalizzazione delle PMI,
  • 672 milioni di euro per ricerca e sviluppo con particolare riguardo ai partenariati tra pubblico e privato,
  • 272 milioni di euro per banda larga e agenda digitale.

Pilastro 2 - promozione di infrastrutture e investimenti per la sostenibilità ambientale ed energetica, attraverso:

  • 1,1 miliardi di euro per tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale e per gestione di acqua e rifiuti,
  • 462 milioni di euro per migliorare i trasporti,
  • 396 milioni di euro per favorire la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio.

Pilastro 3 - promozione sociale e della formazione, attraverso:

  • 1 miliardo di euro per promuovere l'inclusione sociale e contrastare la povertà,
  • 754 milioni di euro per la formazione professionale e per facilitare la transizione da formazione a lavoro,
  • 540 milioni di euro per la mobilità e la partecipazione al mercato del lavoro.

Link
Fondi Ue 2014-2020: adottati POR FSE Abruzzo, Marche, Sardegna e Sicilia
Abruzzo: i fondi POR FSE, POR FESR e PSR 2014-2020
Abruzzo: Programma Operativo Regionale - POR FESR 2014-2020

Photo credit: rockcohen / Foter / Creative Commons Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0)

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o