Fondi Ue 2014-2020 – adottato PON Infrastrutture e Reti

 

La Commissione europea ha adottato il PON Infrastrutture e reti 2014-2020 con un budget di oltre 1,8 miliardi di euro

Infrastrutture Il Programma, cofinanziato dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR), prevede investimenti in tre settori: infrastrutture ferroviarie, infrastrutture portuali e sistemi di trasporto intelligenti.

Il Programma Operativo Nazionale (PON) Infrastrutture e Reti 2014-2020 intende migliorare il sistema infrastrutturale delle regioni italiane meno sviluppate, cioè Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Il Programma si concentra su due priorità principali: 

  • sostenere la creazione di uno spazio unico europeo dei trasporti multimodali con investimenti nella TEN-T (circa un miliardo e 95 milioni di euro, pari al 62% del bilancio del PON);
  • sviluppare e migliorare sistemi di trasporto sostenibili dal punto di vista dell'ambiente, a bassa rumorosità e a bassa emissione di carbonio, inclusi vie navigabili interne e trasporti marittimi, porti, collegamenti multimodali e infrastrutture aeroportuali, al fine di favorire la mobilità regionale e locale sostenibile (circa 684,2 milioni di euro, pari al 38 % del bilancio del PON).

Le risorse destinate al Programma ammontano a oltre 1,8 miliardi di euro, di cui oltre 1,3 miliardi provenienti dal FESR (75%).

"Questo programma contribuirà a rendere il settore dei trasporti in Italia più sostenibile e competitivo. Gli investimenti previsti rispettano le priorità della politica relativa alle infrastrutture di trasporto TEN-T e contribuiranno a migliorare i collegamenti di trasporto multimodale”, ha dichiarato la commissaria europea per la Politica regionale Corina Creţu.

Links
Infrastrutture - Ance, opere pubbliche per far ripartire il paese
Programma Operativo Nazionale-PON Infrastrutture e Reti 2014-2020

Photo credit: Paolo Margari / Foter / CC BY-NC-ND

Per leggere il contenuto prego
o