Legge Stabilita' 2015: sconto Irap, ecobonus, Fondo latte

 

Author: Images_of_Money / photo on flickr Aggiornamento del 31.12.2014 Dallo sconto Irap alla proroga dell'ecobonus, dal Fondo per il settore lattiero-caseario agli stanziamenti per il mondo dell'università e della ricerca. Alcune delle novità previste dalla legge di Stabilità 2015.

Deducibilità Irap e credito d'imposta autonomi

Il maxiemendamento approvato dal Senato prevede la totale deducibilità dalla base imponibile Irap del costo del lavoro per gli assunti a tempo indeterminato.

Gli autonomi che in assenza di dipendenti non possono dedurre dall'Irap il costo del lavoro dovrebbero usufruire di un credito di imposta del 10% a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014. Su questo punto, però, pesa l'incognita di Bruxelles che potrebbe avviare una procedura di infrazione per incompatibilità della misura con la normativa europea.

Detrazioni per ristrutturazioni ed ecobonus

Il testo conferma per tutto il 2015 il credito di imposta del 50% per le ristrutturazioni edilizie e quello del 65% per l'efficientamento energetico degli immobili. Ammessi alla detrazione del 65% anche gli interventi antisismici, l’acquisto e la posa in opera di schermature solari e di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili. Confermata per il 2015 anche la detrazione del 50% sui mobili e sui grandi elettrodomestici, se acquistati contestualmente ai lavori di ristrutturazione.

Fondo di garanzia

L'accesso al Fondo di garanzia per i finanziamenti erogati da banche e confidi non è più riservato alle sole PMI, ma anche alle imprese con un numero di dipendenti non superiore a 499, cioè alle cosiddette 'mid cap'.

Compensazioni crediti PA

La possibilità di compensare i crediti commerciali non prescritti, certi, liquidi ed esigibili vantati dalle imprese nei confronti delle pubbliche amministrazione con i debiti di natura fiscale viene prorogata a tutto il 2015.

Credito d'imposta per Casse previdenziali e Fondi pensione

Per le Casse previdenziali e i Fondi pensione che investono nell'economia reale, con particolare attenzione alle opere infrastrutturali, si introduce un credito d'imposta, rispettivamente, del 6% e del 9% fino alla concorrenza delle risorse stanziate dalla stessa legge di Stabilità, pari a 80 milioni di euro. Le modalità di accesso all'agevolazione saranno stabilite con successivo decreto del Ministero dell'Economia.

Autotrasporto

A decorrere dall'anno 2015 è autorizzata la spesa di 250 milioni di euro annui per il finanziamento di interventi in favore del settore dell'autotrasporto. La ripartizione delle risorse sarà approvata con successivo decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze, che dovrà destinare una quota non superiore al 20% dello stanziamento alle imprese che realizzano processi di ristrutturazione e aggregazione.

Settore lattiero caseario

In vista del superamento del regime delle quote latte, la legge di Stabilità istituisce un Fondo per gli investimenti nel settore lattiero caseario con una dotazione iniziale pari a 8 milioni di euro per l'anno 2015 e a 50 milioni di euro per ciascuno degli anni 2016 e 2017.

Un decreto del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, di concerto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze, definirà i criteri e le modalità di accesso al contributo. Saranno esclusi dall'accesso al Fondo i produttori non in regola con il pagamento delle multe derivanti dall'eccesso di produzione lattiera o che abbiano aderito ai programmi di rateizzazione previsti dalla normativa vigente, ma che non risultano in regola con i relativi pagamenti.

Università e ricerca

Il Fondo per il finanziamento ordinario delle università è incrementato di 150 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2015, mentre a favore dei collegi universitari di merito legalmente riconosciuti è autorizzata una spesa integrativa di 4 milioni di euro per ciascuno degli anni 2015, 2016 e 2017.

Una quota pari almeno al 50% del Fondo per gli investimenti nella ricerca scientifica e tecnologica (FIRST), inoltre, è destinata al finanziamento di progetti di ricerca di interesse nazionale (PRIN) presentati dalle università.

Per la partecipazione italiana ai programmi dell'Agenzia spaziale europea e per i programmi spaziali nazionali di rilevanza strategica è autorizzata la spesa di 60 milioni di euro per l'anno 2016 e di 170 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2017 al 2020.

Politiche sociali

Fondi in arrivo anche per il sociale.

In particolare:

  • la dotazione del Fondo nazionale per le politiche sociali è incrementata di 300 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2015;
  • lo stanziamento del Fondo per le non autosufficienze, anche ai fini del finanziamento degli interventi a sostegno delle persone affette da sclerosi laterale amiotrofica, è incrementato di 400 milioni di euro per l'anno 2015 e di 250 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2016;
  • la dotazione del Fondo per il diritto al lavoro dei disabili è incrementata di 20 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2015.

Links
Legge di Stabilità 2015

Aggiornamento del 31.12.2014
Il testo definitivo della Legge di Stabilità 2015 è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale del 29 dicembre 2014

Photo credit: //www.flickr.com/photos/59937401@N07/5856649637/">Images_of_Money / iWoman / CC BY

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti