Legge stabilità: le misure per il sistema produttivo

 

Dopo l'approvazione in via definitiva da parte del Senato, la legge di Stabilità 2014 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale lo scorso 27 dicembre. Alcune misure riguardano il sistema produttivo e le imprese.

Istituito un “Sistema nazionale di garanzia” volto facilitare l’accesso al credito delle famiglie e delle imprese. In tale sistema sono compresi il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese e una sezione speciale "Progetti di Ricerca e Innovazione", nell'ambito del medesimo Fondo di garanzia per le Pmi.

Per il settore industriale e quello turistico vengono stanziati 50 milioni di euro sia nel 2014 che nel 2015 e 100 milioni di euro nel 2016 per finanziamenti agevolati, nella forma di contratti di sviluppo.
Il Fondo per la crescita sostenibile viene incrementato di 100 milioni di euro per il 2014 e di 50 milioni di euro per il 2015.
Per aumentare la dotazione del Fondo rotativo destinato alla concessione di finanziamenti a tasso agevolato alle imprese esportatrici e a sostegno dei processi di internazionalizzazione delle imprese, si autorizza la spesa di 50 milioni di euro per il 2014.

A sostegno del credito all’esportazione si rifinanzia con 200 milioni di euro il Fondo di dotazione del Mediocredito centrale.

Inoltre, vengono assegnati 200 milioni di euro per ogni anno, nel periodo 2014-2016, al Fondo di garanzia per le Pmi, a valere sulle disponibilità del Fondo per lo sviluppo e la coesione.
Altri 600 milioni di euro del Fondo sviluppo e coesione saranno successivamente destinati dal CIPE al Fondo di garanzia PMI.

Rafforzamento dei confidi

70 milioni di euro  per  ciascuno  degli  anni 2014, 2015 e 2016 sono destinati dal sistema delle camere di commercio, industria, artigianato e  agricoltura  al  sostegno  dell'accesso  al credito delle piccole e medie imprese attraverso il rafforzamento dei confidi, compresi quelli non sottoposti alla vigilanza della Banca d'Italia

CdP più forte

Si amplia il raggio d’azione della Cassa Depositi e Prestiti, che potrà acquistare titoli emessi nell’ambito delle operazioni di cartolarizzazione relativi ai crediti verso piccole e medie imprese.

Debiti PA

Aumenta la durata della garanzia dello Stato prevista per i debiti delle amministrazioni pubbliche diverse dallo Stato, oggetto delle vigenti disposizioni sui pagamenti dei debiti pregressi.

Crediti agevolati

Al rifinanziamento dei fondi di credito agevolato per le piccole e medie imprese vengono destinati gli interessi maturati su un apposito conto corrente dedicato, nel quale i notai e altri pubblici ufficiali hanno l’obbligo di versare una serie di onorari e somme dovute al professionista o a lui affidate.

Artigianato e Manifatturiero

Al via un fondo con una dotazione di 5 milioni di euro sia per il 2014 e che per il 2015, destinato al sostegno delle imprese unite in Associazione temporanea di imprese (ATI), o Raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) impegnate nei settori della manifattura sostenibile e dell’artigianato digitale.

Occupazione

Sul fronte del lavoro, i soggetti passivi IRAP potranno dedurre il costo del personale, qualora stipulino contratti di lavoro dipendente a tempo indeterminato per incrementare l’organico a decorrere dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2014.

Links


LEGGE 27 dicembre 2013, n. 147

Per leggere il contenuto prego
o