Horizon 2020: a Roma info day sulla sfida Energia

 

Convegno APRE, 16-12-2013 - foto di Viola De SandoPresentato a Roma, presso la sede del MIUR, il programma di lavoro 2014-2015 della terza sfida sociale del programma europeo per la ricerca e l'innovazione Horizon 2020: “Secure, clean and efficient energy”.

 

La terza sfida sociale “Secure, clean and efficient energy” si concentra sulla tematica dell’energia, con particolare attenzione all’efficienza energetica e alle fonti rinnovabili.

7PQ, i risultati dell'Italia nel settore energetico

Nell’ambito del Settimo programma quadro (7PQ), ha ricordato Maria Uccellatore, dirigente ufficio promozione del MIUR, l’Italia ha presentato 2.163 domande, di cui 390 giunte a negoziazione. Rispetto ad altri settori di ricerca, nel campo dell’energia l’Italia ha registrato miglioramenti significativi, sia in termini economici che di successo. Il rientro finanziario è stato dell’11,2%, superiore rispetto alla media nazionale dell’8%, con un 'success rate' del 18%.

In termini di partecipazione l’Italia si è collocata al quarto posto, dopo Germania, Spagna e Regno Unito, e al terzo posto per progetti coordinati, dopo Germania e Spagna. Gli attori nazionali che presentano domande sono soprattutto grandi imprese (31%), seguite da centri di ricerca (25%) e università (21%). Tra i progetti che giungono a negoziazione, le protagoniste continuano ad essere le grandi imprese (52%).

Horizon 2020, i bandi per l'energia

Tra le novità principali di Horizon 2020, ha sottolineato Riccardo Basosi, rappresentante italiano al Comitato Energia H2020, vi è l’enfasi sull’impatto sociale ed economico che la ricerca dovrà avere nei prossimi anni. Per questo motivo, nell’analisi delle proposte presentate, i valutatori applicheranno dei parametri di riferimento (TRL – technology readiness levels) destinati ad analizzare i progetti in termini di impatto ambientale ed economico.

Il programma di lavoro della terza sfida sociale prevede quattro settori d’intervento principali, articolati in inviti a presentate proposte (call):

  1. Energy efficiency (21 call),
  2. Competitive low carbon Energy (22 call),
  3. Smart cities and communities (5 call),
  4. SME and fast track to innovation for Energy (2 call),

cui si aggiungono altre azioni negli ambiti:

  • Energy efficiency,
  • Competitive low carbon Energy,
  • Smart cities and communities,
  • Cross-cutting.

Con riferimento alla terza sfida sociale avranno particolare rilievo i partenariati pubblico privati (PPP), soprattutto nel settore delle costruzioni (EeB- Energy efficiency building), con l’obiettivo di sviluppare nuove metodologie volte a raggiungere gli obiettivi fissati nella Strategia Europa 2020 per quanto riguarda la riduzione delle emissioni e l’utilizzo delle risorse energetiche rinnovabili.

Links
Programma di lavoro 2014-2015 terza sfida sociale - Secure, clean and efficient energy

Per leggere il contenuto prego
o