Destinazione Italia: Cdm, ok al credito d'imposta per ricerca e sviluppo

 

Enrico Letta - fonte: Presidenza CdMIl Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge e un disegno di legge per l'attuazione delle principali misure del Piano Destinazione Italia. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio Enrico Letta al termine del Cdm.

Destinazione Italia

Il Piano Destinazione Italia è stato approvato a settembre e poi sottoposto a consultazione pubblica per individuare le misure più urgenti, di cui alcune presenti nei provvedimenti approvati oggi e nella legge di Stabilità, mentre altre sono di prossima attuazione, ha spiegato il ministro degli Esteri Emma Bonino in conferenza stampa.

Il decreto-legge, collegato alla Finanziaria, contiene alcune misure del Piano Destinazione Italia, tra cui:

  • Fondo di garanzia di 100 milioni di euro per l’accesso dei grandi progetti di innovazione industriale ai finanziamenti della Banca europea per gli Investimenti;
  • Riduzione delle bollette energetiche;
  • Semplificazioni per la creazione di nuove imprese;
  • Credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo, pari al 50% delle spese incrementali sostenute dalle imprese rispetto all'anno precedente, con un'agevolazione massima di 2,5 milioni di euro per impresa, con una spesa minima di 50mila euro in R&S;
  • Facilitazioni per la riqualificazione dei siti inquinati per consentire l'insediamento di nuove attività produttive, tra cui la non trasmissione di alcune responsabilità al soggetto che subentra e crediti di imposta a valere su fondi del Ministero dell'Ambiente;
  • Norme e semplificazioni per favorire l'internazionalizzazione delle imprese;
  • Digitalizzazione del sistema delle imprese, attraverso voucher di 10mila euro, a valere su una dotazione di 100 milioni di euro, e digital bonus, cioè sconti fiscali, per PMI che migliorano l'efficienza digitale;
  • Certezza del diritto per attrarre gli investimenti, in particolare in materia fiscale;
  • Norme sulle RC Auto, per spezzare il legame tra frodi ai danni delle assicurazioni e costi alti per i consumatori. Lo sconto non verrà determinato dal mercato, ma si introducono sconti minimi imposti;
  • Detrazione fiscale del 19% sull'acquisto di libri per favorire la diffusione della lettura;
  • Minibond, cioè le aziende possono accedere al credito emettendo dei titoli e sono previste norme per defiscalizzarli.

Tra i contenuti del disegno di legge, invece:

  • Altre norme per la riduzione delle bollette energetiche;
  • Misure per la razionalizzazione della rete dei distributori di benzina e gasolio;
  • Semplificazioni per l'iscrizione nel registro delle imprese.

Il Cdm ha approvato anche il decreto-legge che abolisce il finanziamento pubblico ai partiti e il disegno di legge sul consumo del suolo.

Cipe

Nelle stesse ore, il Comitato interministeriale per la programmazione economica ha approvato il progetto definitivo della tratta centro direzionale-Capodichino della linea 1 della metropolitana di Napoli. Le risorse assegnate al progetto ammontano a 113,1 milioni di euro a valere sul fondo di cui al decreto-legge 69/2013, già destinate all’opera con la delibera Cipe n. 61/2013.
I lavori inizieranno nel 2014 e la messa in esercizio è prevista nel 2019.

Links

Esito seduta Cipe 13.12.2013

Per leggere il contenuto prego
o