Spazio: ok del Pe al finanziamento di Galileo e EGNOS

 

Antonio Tajani - Credit © European Union, 2013Il Parlamento europeo ha approvato il finanziamento dei due programmi Ue di navigazione satellitare: Galileo e EGNOS avranno a disposizione, per il periodo 2014-2020, un totale di 7 miliardi di euro a prezzi correnti (6,3 miliardi a prezzi del 2011).

Il sistema satellitare europeo di incremento della precisione EGNOS, operativo dal 2011, serve a migliorare l'accuratezza dei dati di posizionamento offerti dal GPS statunitense, mentre il sistema autonomo di navigazione satellitare sotto controllo civile Galileo sarà attivo dalla fine del 2014 e offrirà servizi commerciali, di ricerca e salvataggio, oltre a servizi criptati sicuri.

Il loro impatto, ha spiegato il vicepresidente della Commissione europea con delega all'Industria Antonio Tajani, raggiungerà il valore di “circa 90 miliardi di euro nell'arco dei prossimi 20 anni”.

Le responsabilità sui due programmi sono distribuite tra la Commissione europea, per quanto riguarda lo svolgimento di Galileo e EGNOS e la loro supervisione generale, e l'Agenzia Ue del GNSS (Global navigation satellite system), che si occuperà della gestione operativa. L'Agenzia spaziale europea, invece, è responsabile del dispiegamento di Galileo e delle attività di progettazione e sviluppo dei sistemi di nuova generazione.

Il via libera definitivo al finanziamento di Galileo e EGNOS da parte del Consiglio dei ministri dell'Ue è atteso entro dicembre 2013.

Links

Relazione sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla realizzazione e al funzionamento dei sistemi europei di radionavigazione via satellite

Per leggere il contenuto prego
o