PON Imprese e Iniziativa PMI – a che punto siamo

 

Finanziamenti imprese - Photo credit: Mix da Pixabay Dai bandi per progetti di ricerca e sviluppo al Piano Export Sud II, dalle reti a banda larga allo sblocco di risorse per l'accesso al credito nel Mezzogiorno. Guida alle misure attivate dal MISE nell'ambito dei Programmi operativi nazionali Imprese e Competitività e Iniziativa PMI 2014-2020.

PON Imprese 2014-2020: le opportunità di finanziamento ancora aperte

Il quadro dei bandi e delle altre attività finanziate dai PON Imprese e Competitività e Iniziativa PMI, e dei principali risultati raggiunti, è stato fornito dal Ministero dello Sviluppo economico attraverso documenti di sintesi pensati per i cittadini.

PON Imprese 2014-2020

Gestito dalla DG Incentivi alle imprese del MiSE e da due Organismi Intermedi – la Divisione III della Direzione Generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l'efficienza energetica, il nucleare (DG MEREEN) e la Divisione I della Direzione Generale per i servizi di comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postali (DG SCERP) – il PON I&C è stato pensato inizialmente per le sole Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna) e poi esteso anche alle altre Regioni italiane.

La dotazione finanziaria è stata oggetto di diverse riprogrammazioni, la prima a seguito dell'adesione all'Iniziativa PMI e alla formulazione del relativo Programma Operativo Nazionale, la seconda, nel 2017, con l'attribuzione di risorse FESR aggiuntive per circa 665 milioni di euro, e infine, lo scorso anno con il trasferimento di ulteriori risorse al PON Iniziativa PMI.

Attualmente il budget del PON Imprese e Competitività ammonta a 3 miliardi e 58 milioni di euro, di cui circa 2,1 miliardi a valere sul FESR e 937 milioni di cofinanziamento nazionale. Al 31 dicembre 2018 gli impegni hanno superato i due miliardi, pari a circa il 67% della dotazione del Programma, mentre i pagamenti si sono attestati a 623 milioni, superando i target di spesa.

Con riferimento all'Asse I Innovazione, le risorse impegnate al 31 dicembre 2018 ammontano a circa 79 milioni di euro, mentre i pagamenti effettuati valgono circa 227 milioni.

Oltre ai Contratti di sviluppo nell'ambito dell'Asse sono stati attivati una serie di bandi PON IC del Fondo Crescita Sostenibile (FSC), in particolare:

  • bando Horizon 2020,
  • bando Grandi progetti di ricerca e sviluppo negli ambiti Agenda digitale e Industria sostenibile,
  • bando Fabbrica intelligente e Agrifood a sportello,
  • bando Fabbrica intelligente, Agrifood e Scienze della vita mediante procedura negoziale,
  • bando Accordi per l'innovazione.

Con riferimento all'Asse II Banda ultralarga, a seguito della rimodulazione approvata nel 2018 le risorse disponibili ammontano a 59,8 milioni di euro, destinate all'infrastrutturazione passiva e attiva nelle cinque Regioni meno sviluppate, nell'ambito del grande progetto BUL. Dopo l'aggiudicazione della gara da parte di Open Fiber, sono partiti i primi cantieri, con impegni per circa 41 milioni al 31 dicembre scorso.

Banda Ultralarga – CoBUL a lavoro su aree grigie e voucher connettivita'

Ammontano a 756 milioni, su una dotazione di 1,2 miliardi, le risorse impegnate nell'ambito dell'Asse III Competitività PMI, con pagamenti per circa 249 milioni.

Gli strumenti attivati comprendono:

  • Piano Export Sud II,
  • Voucher per l'internazionalizzazione,
  • Contratti di sviluppo PMI,
  • Credito di imposta per investimenti in beni strumentali,
  • Smart&Start Italia,
  • Voucher per la digitalizzazione,
  • Riserva PON del Fondo centrale di garanzia per le PMI,
  • Interventi nelle aree dici crisi di cui alla legge 181-89,
  • Macchinari innovativi.

Nell'ambito dell'Asse IV Efficienza energetica sono state attivate una serie di azioni riferite alle infrastrutture elettriche, in particolare:

  • Bando Reti elettriche di distribuzione,
  • Invito pubblico a manifestare interesse – Reti elettriche di trasmissione,
  • Completamento degli interventi sulle reti di alta e altissima tensione avviati a valere sul POI Energia 2007-2013,
  • Sistemi intelligenti di stoccaggio dell'energia elettrica.

A queste si aggiungono i Contratti di sviluppo per la tutela ambientale e la linea di intervento del bando Fabbrica intelligente dedicata all'utilizzo di “tecnologie per un manifatturiero sostenibile”.

Nel complesso gli impegni a fine 2018 ammontano a circa 397 milioni, su un budget di 510,4 milioni, mentre i pagamenti effettuati valgono 126 milioni.

Infine, l'Asse V Assistenza Tecnica, conta impegni per 76 milioni di euro, a fronte di pagamenti per 21 milioni.

Fondi europei – come gestire i progetti finanziati dal PON Imprese

PON Iniziativa PMI 2014-2020

Caratterizzato da un unico Asse, dedicato al miglioramento delle condizioni di accesso al credito per le PMI delle Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna), il Programma attua uno specifico strumento finanziario europeo denominato appunto “Iniziativa PMI”.

In pratica grazie al PON, che si fa carico di una parte dei potenziali rischi, si attua un’operazione di cartolarizzazione che permette alle banche di sbloccare risorse finanziarie immobilizzate per gestire l'eventuale insolvenza dei creditori, trasformando il capitale vigilato in nuovi finanziamenti a tassi agevolati.

Nel dicembre 2018 il Programma ha ricevuto risorse aggiuntive per 220 milioni di euro, portando la dotazione complessiva a 322,5 milioni, ma tramite l'effetto leva sul sistema bancario il volume di finanziamenti alle PMI è stimato in almeno a sei volte le risorse disponibili.

La prima selezione di intermediari finanziari ha portato alla sottoscrizione di cinque accordi operativi, per la realizzazione dell’operazione di cartolarizzazione sul portafoglio e per la creazione di un portafoglio aggiuntivo con Banca di Credito Popolare, Banca Popolare di Bari, Banco di Napoli, UniCredit e UBI Banca. Al 31 dicembre 2018 impegni e pagamenti hanno assorbito completamente la dotazione iniziale, ma con il rifinanziamento del Programma la raccolta di manifestazioni di interesse è stata riaperta fino al 31 dicembre 2019.

PON Iniziativa PMI – il FEI riapre la call per intermediari finanziari

Foto di Photo Mix da Pixabay 

Per leggere il contenuto prego
o