Fondi europei: il PON Governance supera il target di spesa UE

 

PON Governance102 interventi approvati, per un totale di 717,9 milioni di euro assegnati, il 91,96% della dotazione programmata. Sono i risultati del PON Governance e Capacità istituzionale al 31 dicembre scorso, in base alla relazione annuale di attuazione 2019.

Spesa fondi UE: a che punto siamo arrivati a giugno 2020?

I risultati dell'ultimo report sull'avanzamento del PON Governance e Capacità istituzionale 2014-2020, il Programma operativo nazionale gestito dall'Agenzia della Coesione territoriale e dedicato al rafforzamento delle amministrazioni pubbliche (OT11) e all'accesso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (OT2), si riferiscono a una dotazione complessiva di 780,7 milioni di euro. Successivamente, nel mese di maggio, la Commissione europea ha accolto l'incremento del budget, che ora ammonta a 805,5 milioni di euro.

La struttura del PON Governance e Capacità istituzionale 2014-2020

Gli 805,5 milioni a disposizione del Programma provengono per il 74,9% dai fondi strutturali europei, che pesano per 603,6 milioni di euro, di cui 308,9 milioni dal Fondo Sociale Europeo (FSE) e 294,7 milioni dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR). Le restanti risorse, a titolo di cofinanziamento nazionale, ammontano a 201,9 milioni di euro.

La dotazione è ripartita tra 4 Assi:

  • Asse I - Sviluppo della capacità amministrativa e istituzionale per la modernizzazione della pubblica amministrazione, con una dotazione di 361,3 milioni di euro,
  • Asse II - Sviluppo dell’e-governement, dell’interoperabilità e supporto dell’attuazione dell’Agenda digitale, con risorse pari a 120,9 milioni di euro,
  • Asse III - Rafforzamento della governance multilivello nei Programmi di Investimento Pubblico, con un budget di 271,1 milioni di euro,
  • Asse IV - Assistenza tecnica all’attuazione del Programma e supporto all’Accordo di Partenariato, con una dotazione di 52,1 milioni di euro.

Vi è poi un importo programmato in overbooking sull’Asse II e sull’Asse III, garantito dalle risorse finanziarie del Programma operativo complementare al PON Governance.

Due gli Organismi intermedi che operano a fianco dell'Autorità di gestione: il Dipartimento della Funzione Pubblica e il Ministero della Giustizia; circa 60, invece, le Pubbliche amministrazioni beneficiarie, tra cui Ministeri, Dipartimenti e Agenzie del Governo, ma anche ANCI, ISTAT, ANAC, INAIL, Unioncamere, ENEA, ISPRA, oltre a Regioni ed enti locali.

I risultati del PON Governance al 31 dicembre 2019

In base alla relazione di attuazione, al 31 dicembre 2019, il PON GOV ha assegnato finanziamenti per 603,6 milioni di euro e certificato spese per 212,4 milioni di euro, superando di oltre 10 punti percentuali il target finanziario n+3 del 2019 che corrisponde ad una spesa media complessiva (calcolata su tasso medio PO) pari a 192,8 milioni di euro.

I progetti avviati sono finora 102, in ambiti che spaziano dalla semplificazione al rafforzamento delle competenze digitali, dalla riforma degli enti locali allo sviluppo del territorio, fino al supporto alla competitività delle imprese.

Asse I

Con una spesa certificata di 30,5 milioni, l'Asse I è tra i più performanti, grazie al contributo di progetti quali:

  • CReIAMO PA, con una spesa certificata di 6,6 milioni,
  • Cloudify NoiPA - Il sistema di gestione del personale pubblico, con circa 5 milioni,
  • l’intervento ANPR - Supporto ai Comuni per il subentro, con 4,1 milioni,
  • Italia Login - La casa del cittadino, con una spesa certificata di oltre 3,5 milioni.

Asse II

Alcuni dei progetti dell'Asse I hanno contributo anche ai buoni risultati dell’Asse II, ad esempio:

  • Italia Login-La casa del cittadino, con 6,3 milioni di spese certificate,
  • Cloudify NoiPA – Sviluppo del sistema informativo, con 15 milioni.

Da segnalare, poi, Razionalizzazione infrastruttura ICT e migrazione al Cloud, con 1,7 milioni, e Qualificazione dell’INAIL come PSN, con 1,3 milioni. Il progetto Processo Penale Telematico, che replica nel settore penale il modello del Processo Civile Telematico, inoltre, ha certificato 17,2 milioni di euro.

Asse III

Nell’ambito dell’Asse III, buone performance di spesa sono state registrate dai progetti ES-PA – Energia e sostenibilità per la PA (ENEA) e Evoluzione dei sistemi connessi alla contabilità pubblica (MEF-IGRUE), che hanno garantito spese certificate al 31 dicembre 2019 pari, rispettivamente, a 3,2 milioni e 14,1 milioni.

I progetti Empowered&Digital Public Financial Illicit Platform, Empowered&Open Digital Platform for Public Debt Management e Sistema Unico di gestione del Patrimonio Pubblico, del MEF, invece, hanno garantito una spesa certificata pari, rispettivamente, a 3,1 milioni, 9,9 milioni e 4,7 milioni di euro.

Nel 2019 l’Autorità di Gestione ha anche ammesso a finanziamento nuove progettualità dirette a migliorare le politiche e gli strumenti della PA per l’internazionalizzazione delle micro imprese e delle PMI attraverso gli strumenti del digital export, mentre sei nuovi progetti sono stati approvati con riferimento al rafforzamento dei 14 Organismi Intermedi del PON Città Metropolitane 2014-2020.

Asse IV

Le attività di Assistenza tecnica finanziate a valere sull'Asse IV hanno garantito il rafforzamento del monitoraggio procedurale e finanziario del PO attraverso colloqui periodici con i beneficiari, la costante verifica dello stato di attuazione delle procedure, la risoluzione delle criticità, l’analisi dell’avanzamento della spesa e delle relative attività di controllo.

Il supporto ai beneficiari si è concentrato soprattutto sulla riduzione degli oneri amministrativi, sulle interpretazioni giurisprudenziali relative al tema degli appalti, degli affidamenti in house, del Partenariato Pubblico-Pubblico, ma anche sulla risoluzione di specifiche problematiche legate all’attuazione degli interventi.

Un processo di accompagnamento e tutoraggio che ha permesso di mantenere costante il flusso delle certificazioni e di raggiungere performance positive, insieme allo sforzo di semplificazione introdotto già a partire dal 2018, con lo snellimento della strumentazione operativa e la velocizzazione dell'iter di presentazione delle spese.

Consulta la Relazione di attuazione annuale 2019 del PON Governance 2014-2020

Photo credit: Foter.com

Per leggere il contenuto prego
o