Lavoro – ancora risorse per Incentivo Occupazione Giovani e Sud

 

Incentivo Occupazione GiovaniCirca 80mila domande già accolte, ma gli sgravi contributivi per le assunzioni di giovani e al Sud proseguono per tutto per il 2017

PON IOG - Guida all'Incentivo Occupazione Giovani

Lavoro – cosa prevede il bonus occupazione Sud

L'Incentivo Occupazione Giovani sta agevolando soprattutto le assunzioni di under 25 con contratto di apprendistato professionalizzazione, mentre l'Incentivo Occupazione Sud sostiene soprattutto assunzioni con contratto a tempo indeterminato di disoccupati over 25 e over 45. Sono i dati forniti dall'Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) sull'andamento degli sgravi contributivi per l'occupazione al 26 maggio 2017.

Incentivo Occupazione Giovani

I ragazzi tra i 16 e 29 anni non occupati e non impegnati in percorsi di istruzione o formazione (NEET), che hanno aderito al programma Garanzia Giovani, sono il target dell’Incentivo Occupazione Giovani, che può contare su risorse per 200 milioni di euro, a valere sul Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani (PON IOG) 2014-2020, e si applica su tutto il territorio nazionale, ad eccezione della Provincia autonoma di Bolzano.

L'agevolazione riguarda le assunzioni effettuate da datori di lavoro privati a partire dal 1° gennaio 2017 e per tutto il corso dell’anno e consiste in uno sgravio contributivo fino a:

  • 8.060 euro per assunto per i contratti a tempo indeterminato (ridotto in misura proporzionale in caso di part-time),
  • 4.030 euro per assunto per i contratti a tempo determinato.

Al 26 maggio 2017 le domande presentate sono 38.127, di cui 24.586 risultano accolte (23.129 già confermate), con agevolazioni per 47,2 milioni di euro. In testa per numero di domande si posizionano Lombardia, Campania, Veneto ed Emilia Romagna, mentre rispetto al genere prevale la componente maschile (quasi il 59%) su quella femminile.

Se si guarda alle domande confermate, la fascia più rappresentata è quella dei giovani tra 20 e 24 anni (48,6%), seguita dai giovani 25-29enni (38,9%), mentre relativamente alla tipologia di contratto prevale l'apprendistato professionalizzante (52%), seguito dal contratto a tempo determinato (30,3%) e infine dal tempo indeterminato (quasi il 18%). Il full time è la forma scelta per il 70% delle assunzioni, contro il 30% del part time, diffuso soprattutto tra le donne.

Incentivo Occupazione Sud

Più variegato il target dell'Incentivo Occupazione Sud, dedicato alle sole Regioni “in transizione” (Abruzzo, Molise e Sardegna) e “meno sviluppate” (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e finanziato con 530 milioni di euro a carico del PON Sistemi di Politiche Attive per l'Occupazione.

Le assunzioni agevolate possono infatti riguardare:

  • giovani disoccupati di età compresa tra i 16 e i 24 anni compiuti al momento dell’assunzione,
  • persone con almeno 25 anni di età che, al momento dell’assunzione agevolata, risultano disoccupate da almeno sei mesi.

Anche in questo caso lo sgravio contributivo è previsto per le assunzioni effettuate tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2017 ed è pari a un massimo di 8.060 euro annui per assunto, che si riduce proporzionalmente in caso di contratti a tempo parziale.

Le domande accolte alla data del 26 maggio 2017 sono state 55.620, di cui 37.558 confermate e le restanti in attesa di verifica. Tra le domande confermate in media prevalgono i lavoratori di genere maschile (62,9% in totale), ma il dato cambia con riferimento all'età. Nella fascia di età tra 20 e 34 anni, infatti, il 56% circa delle domande riguarda la componente femminile, mentre la componente maschile appare più distribuita, con il 60% delle domande concentrata in una coorte più ampia di età, che va dai 20 ai 39 anni, e una maggiore incidenza delle fasce di età più mature.

In linea generale l'agevolazione è utilizzata soprattutto per fasce di età più elevate, con il 59,5% delle domande relative a lavoratori di età compresa tra 25 e 44 anni e il 22,71% che coinvolge lavoratori over 45, mentre i lavoratori giovani (15-24 anni) incidono per il 17,8%.

Lo sgravio sta agevolando soprattutto assunzioni con contratto a tempo indeterminato (68,2%), mentre le trasformazioni di precedenti contratti a termine rappresentano il 26,7% e l'apprendistato, in virtù della ridotta incidenza dei lavoratori più giovani, si ferma al 5,1%.

Photo credit: Foter.com

Per leggere il contenuto prego
o