Legge Concorrenza – novita' su assicurazioni, banche e professionisti

 

Legge ConcorrenzaIl testo della legge n. 124-2017 per la concorrenza, l'apertura dei mercati e la tutela dei consumatori.

Ddl Concorrenza – emendamenti rinviano approvazione definitiva

Ddl Concorrenza – Senato riprende lavori

A due anni e mezzo dal varo in Consiglio dei Ministri, nel febbraio 2015, il 29 agosto entrerà in vigore la legge annuale per la concorrenza (Legge 124-2017). Assicurazioni, energia, telecomunicazioni, banche e libere professioni i principali settori interessati dal testo, pubblicato nei giorni scorsi in Gazzetta ufficiale.

Ddl Concorrenza - R.ETE. Imprese Italia, proposte insufficienti per apertura mercato

Assicurazioni

Il primo pacchetto di norme riguarda il mondo delle assicurazioni, con l'introduzione di sconti sul prezzo della polizza ai clienti che accettano alcune condizioni: ispezione del veicolo, scatola nera, installazione di meccanismi che impediscano l’avvio del motore per elevato tasso alcolemico.

I criteri per la determinazioni degli sconti saranno definiti da un regolamento dell'IVASS, l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, cui spetta anche l'individuazione biennale, sulla scorta di dati in proprio possesso e di indagini statistiche, delle province a maggiore tasso di sinistrosità e con premio medio più elevato.

Questa indagine contribuirà alla determinazione di un ulteriore sconto riservato ai nuovi contratti ed ai rinnovi contrattuali di soggetti residenti nelle province a maggiore sinistrosità che non abbiano provocato sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria negli ultimi quattro anni sulla base dell'evidenza dell'attestato di rischio, e che abbiano installato o installino, a seguito della stipula del contratto, la scatola nera o ulteriori dispositivi equivalenti.

In materia di obbligo a contrarre, inoltre, la nuova versione della legge Concorrenza prevede che, qualora le informazioni fornite dal contraente non siano corrette o veritiere, le imprese di assicurazione non sono tenute ad accettare le proposte, ma devono comunque ricalcolare il premio e ad inviare un nuovo preventivo al potenziale cliente.

Forme pensionistiche complementari

La legge prevede la convocazione di un tavolo di consultazione per l'avvio di un processo di riforma della previdenza complementare e alcune misure specifiche tra cui la possibilità di stabilire negli accordi collettivi una percentuale minima degli accantonamenti relativi al trattamento di fine rapporto da destinare alle forme pensionistiche complementari.

Le persone disoccupate da più di 24 mesi avranno la possibilità di anticipare la liquidazione del fondo pensione fino a 5 anni prima della scadenza.

Telecomunicazioni

Eliminati una serie di vincoli attualmente presenti nei contratti con i fornitori di servizi di telefonia, televisivi e di comunicazioni elettroniche in generale.

Le spese in caso di recesso o di trasferimento dell'utenza ad altro operatore - opzioni che in base al testo devono essere disponibili per il cliente anche con modalità telematiche - dovranno essere commisurate al valore del contratto e ai costi reali sostenuti dall'azienda per dismettere la linea telefonica o per trasferire il servizio e devono essere resi noti al consumatore al momento della pubblicizzazione dell’offerta e della sottoscrizione del contratto.

Pagamenti digitali

Ulteriori misure mirano a garantire l'utilizzo della bigliettazione elettronica attraverso strumenti di pagamento in mobilità, anche con addebito diretto su credito telefonico, per l'acquisto di titoli d'accesso a luoghi di cultura, manifestazioni culturali e spettacoli, e a consentire l'effettuazione mediante credito telefonico delle erogazioni liberali destinate ad organizzazioni senza scopo di lucro, associazioni di promozione sociale e fondazioni riconosciute.

Poste Italiane

Dal 10 settembre 2017, e non dal 10 giugno 2017, viene meno l’attribuzione in esclusiva alla società Poste italiane Spa dei servizi inerenti le notificazioni e comunicazioni di atti giudiziari e delle violazioni del codice della strada. Entro novanta giorni dall’entrata in vigore della legge l’AGCOM stabilirà requisiti ed obblighi per il rilascio delle licenze individuali relative a tali attività.

Mercato libero dell'energia elettrica e del gas

Slitta invece al 1° luglio 2019, anziché al 1° gennaio 2018, la cessazione del regime di “maggior tutela” nei settori del gas naturale e dell’energia elettrica e quindi il passaggio al libero mercato.

Previsti un portale informatico per garantire la confrontabilità delle offerte di fornitura di energia elettrica e gas, con particolare riferimento alle utenze domestiche, alle imprese connesse in bassa tensione e alle imprese con consumi annui non superiori a 200.000 standard metri cubi (SMC), e il monitoraggio del raggiungimento di una serie di obiettivi in assenza dei quali sarà possibile rinviare ulteriormente la cessazione del regime di maggior tutela.

Per la sola vendita di energia elettrica si prevede l’istituzione presso il Ministero dello Sviluppo economico di un Elenco dei soggetti abilitati alla vendita ai clienti finali: requisiti e modalità per l’iscrizione all’Elenco saranno stabiliti con decreto MISE.

Novità anche in materia di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile e nel settore dell'efficienza energetica, relativamente alle imprese di distribuzione dell'energia elettrica di piccole dimensioni e alla distribuzione di gas naturale.

Distribuzione dei carburanti

Diverse le novità in tema di razionalizzazione della rete di distribuzione carburanti. Tra queste:

  • l’introduzione di un’anagrafe degli impianti stradali di distribuzione di benzina, gasolio, GPL e metano della rete stradale e autostradale, ad ampliamento della banca dati esistente presso il MISE,
  • la riorganizzazione, tramite decreto MISE, del Comitato tecnico per la ristrutturazione della rete di distribuzione dei carburanti;
  • la verifica della compatibilità degli impianti, per quanto concerne i soli aspetti attinenti la sicurezza della circolazione stradale;
  • la previsione di procedure semplificate di dismissione per gli impianti che chiuderanno entro tre anni.

Banche

Nuovi obblighi per banche e intermediari finanziari che erogano mutui o credito al consumo: dovranno presentare al cliente almeno due preventivi di polizze assicurative, di due differenti gruppi assicurativi, non riconducibili alle banche, agli istituti di credito e agli intermediari finanziari stessi.

Professionisti

Diverse misure riguardano la promozione della concorrenza in ambito forense, ad esempio:

  • viene ammessa la partecipazione a più di un’associazione di avvocati, per le quali si prevede tra l'altro una specifica disciplina nella legge professionale forense;
  • si impone all’avvocato di comunicare al cliente, in forma scritta, un preventivo del costo della prestazione, distinguendo fra oneri, spese, anche forfettarie, e compenso professionale;
  • si stabilisce che il domicilio professionale dell’avvocato non debba necessariamente coincidere con quello dell’associazione.

Il testo modifica poi la legge sul notariato prevedendo diversi parametri per garantire la corretta distribuzione delle sedi dei notai in coerenza con la domanda: per ciascun distretto notarile si dovrà tenere conto della popolazione, dell'estensione del territorio e dei mezzi di comunicazione. Sono permesse le associazioni di notai e ciascun notaio può aprire un unico ufficio secondario in qualunque comune della regione o in tutto il distretto della Corte d'appello se tale distretto comprende più regioni.

Ddl Concorrenza - Confindustria, attenzione a norme su notai, carburanti e fondi pensione

Farmacie

Via libera alle società di capitali nella distribuzione farmaceutica privata, a differenza della norma attuale che fa riferimento soltanto alle società di persone ed alle società cooperative a responsabilità limitata. Salta il limite delle quattro licenze e la condizione per cui le medesime farmacie devono essere ubicate nella provincia in cui la società ha la sede legale.

Le farmacie potranno essere aperte anche oltre gli orari ed i turni stabiliti, che rappresenteranno il livello minimo di servizio da assicurare.

Imprese ricettive

In base alla legge Concorrenza si considerano nulli i patti che impongano a un'impresa turistico-ricettiva di non praticare alla clientela finale, con qualsiasi modalità e qualsiasi strumento, prezzi, termini e ogni altra condizione che siano migliorativi rispetto a quelli praticati dalla stessa impresa per il tramite di soggetti terzi, indipendentemente dalla legge regolatrice del contratto.

E' il cosiddetto emendamento Booking, ispirato alla legge Macron che in Francia assicura alle strutture alberghiere la libertà di prevedere offerte più competitive di quelle disponibili sulle piattaforme online.

Smart City

Infine, in commissione referente il Senato ha introdotto una delega al Governo per favorire la mobilità sostenibile e lo sviluppo delle città intelligenti, chiedendo in particolare:

  • di stabilire la progressiva estensione dell'utilizzo dei dispositivi elettronici, con priorità sui veicoli che svolgono un servizio pubblico o che beneficiano di incentivi pubblici;
  • di definire le informazioni rilevabili dai dispositivi, nonché i relativi standard, per una gestione più efficiente dei servizi nelle città e per la tutela della sicurezza dei cittadini;
  • di disciplinare la portabilità dei dispositivi, l'interoperabilità, il trattamento dei dati, le caratteristiche tecniche, i servizi a cui si può accedere, le modalità e i contenuti dei trasferimenti di informazioni e della raccolta e gestione di dati;
  • di definire il valore di prova nei procedimenti amministrativi e giudiziari dei dispositivi stessi;
  • di individuare le modalità per garantire un'effettiva tutela della privacy, permettendo ai cittadini di scegliere se comunicare i dati sensibili per i servizi opzionali.

Legge Concorrenza - Legge n. 124-2017

> Infografica del Ministero dello Sviluppo economico

Photo credit: Ministero Istruzione, Università e Ricerca via Foter.com / CC BY-NC-SA

Per leggere il contenuto prego
o