Cooperazione - Interreg Italia-Austria, guida ai contributi per imprese

 

Chiarimenti per la concessione di aiuti di Stato alle imprese che partecipano al Programma di cooperazione Interreg V Italia-Austria 2014-2020

interreg

Cooperazione - Interreg Italia-Svizzera, a luglio il primo bando

> Interreg Europe - Italia prima per partecipazione a bando 2016 

Ai progetti cofinanziati dal Programma di cooperazione Interreg V Italia-Austria 2014-2020 possono partecipare in qualità di beneficiarie anche le imprese. In tali casi i finanziamenti possono configurarsi come aiuti di Stato ai sensi dell’articolo 107, co. 1 TFUE. Di conseguenza è necessario gestire la concessione di tali contributi nel rispetto della disciplina dell’Ue in materia, in applicazione del regolamento Ue n. 651-2014 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno.

Programma Interreg V Italia-Austria 2014-2020

Il Programma di cooperazione transfrontaliera Interreg V Italia Austria 2014-2020, dotato di un budget di oltre 98,3 milioni di euro, promuove la crescita inclusiva, intelligente e sostenibile, in linea con gli obiettivi della strategia Europa 2020.

Il programma è articolato in cinque Assi Prioritari:

  • Asse prioritario 1 “ricerca e innovazione” per il rafforzamento delle capacità di ricerca e innovazione per lo sviluppo di punti di forza comuni;
  • Asse prioritario 2 “natura e cultura” per la tutela dell’ambiente e della biodiversità;
  • Asse prioritario 3 “istituzioni” per il miglioramento dei sistemi e dei processi amministrativi e l'armonizzazione del quadro normativo a livello organizzativo, istituzionale e infrastrutturale per agevolare l’integrazione della popolazione nell’area transfrontaliera;
  • Asse prioritario 4 “sviluppo regionale a livello locale” per la creazione e il sostegno a sistemi di governance transfrontalieri per l’attuazione partecipativa del programma e vicina al cittadino;
  • Asse prioritario 5 "assistenza tecnica".

Le Province coinvolte sono:

Italia 

  • Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige 
  • Regione Veneto: Provincia di Belluno, Treviso e Vicenza 
  • Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia: Provincia di Udine, Gorizia, Pordenone e Trieste

Austria 

  • Land Kärnten: Klagenfurt-Villach, Oberkärnten, Unterkärnten 
  • Land Salzburg: Lungau, Pinzgau-Pongau, Salzburg und Umgebung 
  • Land Tirol: Innsbruck, Tiroler Oberland, Tiroler Unterland, Außerfern und Osttirol

Aiuti di Stato

Con il “regime per la concessione di aiuti di Stato alle imprese ai sensi del regolamento Ue di esenzione della Commissione Ue n. 651-2014” è stato predisposto uno strumento che consente all’Autorità di gestione di concedere contributi alle imprese partecipanti ai progetti finanziati dal Programma di cooperazione Interreg V Italia-Austria 2014-2020 in esenzione, ai sensi del regolamento n. 651-2014.

Gli aiuti possono essere concessi alle imprese per:

  • costi degli investimenti materiali e immateriali e per i costi salariali stimati relativi ai posti di lavoro direttamente creati dal progetto di investimento, calcolati su un periodo di due anni;
  • servizi di consulenza;
  • partecipazione a fiere;
  • costi di cooperazione sostenuti dalle PMI che partecipano a progetti di cooperazione territoriale europea;
  • fase di avvio delle PMI;
  • progetti di ricerca e sviluppo;
  • infrastrutture di ricerca;
  • poli di innovazione;
  • innovazione (costi per l'ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali; i costi di messa a disposizione di personale altamente qualificato da parte di un organismo di ricerca e diffusione della conoscenza o di una grande impresa che svolga attività di ricerca, sviluppo e innovazione in una funzione di nuova creazione nell'ambito dell'impresa beneficiaria e non sostituisca altro personale; i costi per i servizi di consulenza e di sostegno all'innovazione);
  • Innovazione dei processi e dell’organizzazione;
  • formazioni organizzate dalle imprese per conformarsi alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione;
  • costi dell'assistenza fornita ai lavoratori svantaggiati;
  • investimenti che consentono alle imprese di andare oltre le norme dell'Unione in materia di tutela ambientale o di innalzare il livello di tutela ambientale in assenza di tali norme;
  • investimenti a favore di misure di efficienza energetica;
  • investimenti a favore di progetti per l'efficienza energetica degli immobili;
  • investimenti a favore della cogenerazione ad alto rendimento;
  • investimenti volti a promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili;
  • aiuti al funzionamento volti a promuovere la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili;
  • aiuti al funzionamento volti a promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili in impianti su scala ridotta;
  • investimenti per il risanamento di siti contaminati;
  • investimenti per il riciclaggio e il riutilizzo dei rifiuti;
  • studi ambientali;
  • danni arrecati da determinate calamità naturali;
  • cultura e conservazione del patrimonio;
  • opere audiovisive;
  • infrastrutture sportive e le infrastrutture ricreative multifunzionali.

Possono essere concessi anche aiuti sotto forma di sgravi da imposte ambientali in conformità della direttiva 2003/96/CE; tali regimi di aiuti si basano su una riduzione dell'aliquota d'imposta ambientale applicabile o sul pagamento di un importo di compensazione fisso o su una combinazione di questi meccanismi.

Gli aiuti sono concessi nell’ambito dei progetti presentati in risposta agli avvisi per la presentazione di proposte progettuali pubblicati in attuazione del Programma di cooperazione Interreg IV talia-Austria 2014-2020. L’erogazione delle agevolazioni è subordinata alla dichiarazione del beneficiario di non essere destinatario di un ordine di recupero pendente per effetto di una precedente decisione della Commissione Ue che dichiara un aiuto illegale e incompatibile con il mercato.

I contributi a valere sulle risorse del Programma di cooperazione  saranno concessi fino al 30 giugno 2020.

> Cooperazione – Interreg Europe, al via bando 2016

Photo credit: archer10 (Dennis) 78M Views via Foter.com / CC BY-SA

Per leggere il contenuto prego
o