Sviluppo rurale – a che punto sono le Regioni con i bandi PSR

 

Le Regioni italiane stanno recuperando il tempo perso, soprattutto attivando le Misure a superficie dei PSR 2014-2020

Agricoltura

> Sviluppo rurale - Linee guida ammissibilita' spese ai PSR 2014-2020

> ISMEA - bando per insediamento di giovani in agricoltura

L'attuazione dei Programmi di sviluppo rurale (PSR 2014-2020) delle Regioni italiane è entrata nel vivo solo negli ultimi mesi, in alcuni casi nelle ultime settimane, con una serie di bandi dedicati soprattutto ad alcune Misure a superficie. Nelle Regioni del Sud, però, la programmazione 2014-2020 è in ritardo, gettando una pesante ipoteca sulla capacità di utilizzare in tempo e bene le risorse del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR).

Sud a rilento

Partono con il piede sbagliato Basilicata e Campania, per cui alla data del 26 aprile 2016 non risultano bandi a valere sui PSR 2014-2020. Le due Regioni possono contare, rispettivamente, su più di 680 milioni e su un miliardo e 836 milioni di euro e dovrebbero pubblicare a breve i primi avvisi.

Partite, ma ancora con poche Misure attivate, le Regioni Abruzzo, Lazio, Puglia, Sardegna e Sicilia. Quanto alla Calabria, il primo pacchetto di interventi è stato approvato la scorsa settimana e riguarda le Misure a superficie 10 'Pagamenti agro-climatici-ambientali', 11 'Agricoltura biologica' e 13 'Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici' e i pagamenti per il benessere degli animali (Misura 14).

> Calabria - i primi bandi del PSR 2014-2020

Priorità a Misure a superficie e GAL

In generale, in quasi tutte le Regioni la priorità è stata assegnata alle Misure a superficie. Molti quindi i bandi relativi alla Misura 10, che incoraggia lo sviluppo di pratiche agricole che concorrono a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici e alla tutela della biodiversità, alla Misura 11, che sostiene l'introduzione o il mantenimento del metodo di agricoltura biologica, e alla Misura 13, che compensa gli agricoltori per i maggiori costi e le minori rese riconducibili alla localizzazione delle aziende in aree soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici.

Tra le Misure più gettonate figura poi la 19, per la predisposizione e il finanziamento dei Piani di Sviluppo Locale (PSL) proposti dai GAL. Ai bandi sono ammessi tanto i Gruppi di Azione Locale che si sono costituiti nella programmazione 2007-2013, quanto i nuovi partenariati pubblico-privato.

Al Nord le prime della classe

In cima alla classifica delle Regioni più virtuose si collocano, invece, Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia e Piemonte.

Oltre ai bandi per le Misure a superficie e i GAL, in queste Regioni sono partite, ad esempio, varie operazioni della Misura 4 per gli investimenti delle aziende, da quelli per la sostenibilità ambientale a quelli per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.

Pubblicati anche i bandi relativi alla Sottomisura 6.1, che prevede contributi forfettari a favore dei giovani fino a 40 anni non compiuti che si insediano per la prima volta a capo di un'azienda agricola.

> Registrati gratis per ricevere i bandi aperti per la tua Regione

Author: bass_nroll / photo on flickr

Per leggere il contenuto prego
o