Sviluppo rurale - Linee guida ammissibilita' spese ai PSR 2014-2020

 

Nel documento approvato in Conferenza Stato-Regioni i chiarimenti sulle spese ammissibili a valere sul FEASR

Agricoltura

> Agricoltura - finanziamenti ISMEA per imprenditoria giovanile

> Sviluppo rurale - l'impatto dei PSR su crescita e occupazione

In linea con i regolamenti dell'Unione, che assegnano alle autorità nazionali, regionali e delle Province autonome il compito di definire gli strumenti di programmazione e gestione dei fondi strutturali e di investimenti europei (fondi SIE), le linee guida stabiliscono le norme sull'ammissibilità delle spese al sostegno del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR).

> PAC - Ue, approvati tutti i Programmi di Sviluppo rurale 2014-2020

PSR: forme del sostegno

Corso di Formazione Online

I finanziamenti per l'agricoltura, dai Programmi di Sviluppo Rurale - PSR ai bandi

In base al Regolamento Ue n. 1303/2013, il sostegno può essere concesso in forma di:

  • Sovvenzioni,
  • Premi,
  • Assistenza rimborsabile (a differenza della sovvenzione, che si prefigura come un aiuto a fondo perduto, in questo caso si prevede il rimborso dell'aiuto da parte del beneficiario),
  • Strumenti finanziari.

Le sovvenzioni possono assumere più forme:

costi reali:

  • rimborso dei costi ammissibili effettivamente sostenuti, unitamente, se del caso, a contributi in natura e ammortamenti;

costi semplificati di cui all’art. 67.1 del Regolamento Ue n. 1303/2013:

  • rimborso sulla base di tabelle standard di costi unitari,
  • somme forfettarie non superiori a 100mila euro di contributo pubblico,
  • finanziamenti a tasso forfettario, calcolati applicando una determinata percentuale a una o più categorie di costo definite;

costi semplificati di cui al Regolamento n. 1305/2013:

  • pagamento calcolato sulla base di ipotesi standard di costi aggiuntivi e mancato guadagno,
  • somme forfettarie,
  • finanziamento a tasso forfettario,
  • gestione del rischio.

Dal momento che non tutte le misure di Sviluppo rurale possono essere cofinanziate indifferentemente in base a costi reali o in base a costi semplificati, il documento riporta una tabella riepilogativa che ne illustra l’applicabilità per ciascuna sottomisura.

PSR: ammissibilità della spesa

Il primo criterio di valutazione dell'ammissibilità della spesa è la funzionalità dell'acquisto di un bene o di un servizio al raggiungimento degli obiettivi fissati dal Programma di Sviluppo Rurale.

Più nello specifico, tali spese devono:

  • essere connesse all’attuazione di operazioni che sono direttamente riconducibili alle “attività ammissibili” rientranti in una delle misure dei Programmi di Sviluppo Rurale,
  • essere congrue rispetto all’azione ammessa e comportare costi commisurati alla dimensione del progetto;
  • essere necessarie per attuare l'azione o l’operazione oggetto della sovvenzione.

I costi sostenuti dal beneficiario dei fondi FEASR devono essere identificabili. Ciò significa che i beneficiari del contributo sono tenuti a adoperare “un sistema contabile distinto o un apposito codice contabile per tutte le transazioni relative all'intervento” e che le spese devono corrispondere a “pagamenti effettuati”, comprovati da fatture o da documenti contabili aventi forza probante equivalente.

Per quanto riguarda il periodo di eleggibilità, “le spese sono ammissibili a una partecipazione dei fondi SIE se sono state sostenute da un beneficiario e pagate tra la data di presentazione del programma alla Commissione, o il 1° gennaio 2014 se anteriore, e il 31 dicembre 2023. Inoltre, le spese sono ammissibili per una partecipazione del FEASR solo se l'aiuto in questione è di fatto pagato dall'organismo pagatore tra il 1° gennaio 2014 e il 31 dicembre 2023”.

Il documento passa poi in rassegna diverse fattispecie di spesa sottoposte a regole specifiche di ammissibilità, in particolare:

  • costi di investimento materiali e immateriali,
  • ammortamenti,
  • spese di gestione e studi,
  • acquisto di attrezzature di seconda mano,
  • acquisto di terreni,
  • acquisto di beni immobili,
  • fornitura di beni e servizi senza pagamento in denaro.

Gestione dei flussi finanziari

Per assicurare la trasparenza delle operazioni finanziate dal FEASR, nel caso di sovvenzioni, le spese possono essere sostenute utilizzando esclusivamente conti bancari o postali intestati o cointestati al beneficiario. E' prevista un'eccezione per la sottomisura 17.1 'Premio assicurativo per il raccolto, gli animali e le piante', per la quale in caso di polizze collettive il pagamento è effettuato dall’organismo collettivo di difesa e non dal beneficiario.

Per dimostrare l’avvenuto pagamento delle spese inerenti un progetto approvato, il beneficiario può utilizzare:

  • Bonifico o ricevuta bancaria (Riba),
  • Assegno,
  • Carta di credito e/o bancomat,
  • Bollettino postale effettuato tramite conto corrente postale,
  • Vaglia postale,
  • MAV (bollettino di Pagamento Mediante Avviso),
  • Modello F24 relativo ai contributi previdenziali, ritenute fiscali e oneri sociali.

Leader e CLLD

Le linee guida comprendono anche alcune schede tecniche relative alle principali tipologie di misura, tra cui anche l'approccio Leader allo sviluppo locale o Sviluppo locale di tipo partecipativo (CLLD), che rappresenta un elemento obbligatorio dei Programmi di sviluppo rurale finanziati dal FEASR.

Per quanto riguarda il sostegno preparatorio alle strategie di sviluppo locale partecipativo, le linee guida ammettono tra i costi ammissibili:

  • iniziative di formazione rivolte alle parti interessate locali;
  • studi dell'area interessata;
  • spese relative alla progettazione della strategia di sviluppo locale di tipo partecipativo, incluse consulenza e azioni legate alla consultazione delle parti interessate ai fini della preparazione della strategia;
  • spese amministrative (costi operativi e per il personale) di un'organizzazione che si candida al sostegno preparatorio nel corso della fase di preparazione e spese connesse alla costituzione del Gruppo d'Azione Locale;
  • sostegno a piccoli progetti pilota.

Il sostegno preparatorio è ammissibile a prescindere dall'eventualità che la strategia di sviluppo locale di tipo partecipativo progettata dal GAL che beneficia del sostegno venga selezionata.

Quanto all'attuazione della strategia le spese ammesse comprendono costi operativi per:

  • il personale,
  • la formazione,
  • le pubbliche relazioni,
  • la valutazione del regolare funzionamento del partenariato e delle strutture tecnico-operative ed amministrative,
  • gli adempimenti di natura contabile, amministrativa, fiscale e previdenziale previsti dalla normativa vigente,
  • la gestione finanziaria connessa all’attuazione dell’approccio Leader,
  • la selezione di fornitori e beneficiari,
  • le attività di controllo, monitoraggio e valutazione di competenza del GAL,
  • gli obblighi di informazione, pubblicità e trasparenza, compresa la creazione del sito web del GAL, la redazione e pubblicazione di articoli e redazionali,
  • la partecipazione del personale del GAL ad eventi connessi alle strategie di sviluppo locale,
  • l’organizzazione di attività di informazione e pubblicità sviluppate a livello locale software.

Infine, quanto all’animazione sul territorio diretta a promuovere la strategia di sviluppo locale e ad aiutare i potenziali beneficiari a sviluppare le operazioni e a preparare le domande, sono ammissibili le spese per:

  • studi, ricerche e materiale informativo sulla zona interessata,
  • informazione sulla zona e sulla strategia di sviluppo locale;
  • formazione del personale del GAL;
  • organizzazione e realizzazione di eventi promozionali promossi a livello locale;
  • partecipazione del personale del GAL ad eventi formativi, seminari, convegni, workshop, gruppi di lavoro tematici;
  • realizzazione e aggiornamento siti internet.

> Linee guida sull'ammissibilità delle spese relative allo Sviluppo rurale 2014-2020

Author: cindy47452 / photo on flickr

Per leggere il contenuto prego
o