Fondi paritetici interprofessionali - formazione continua a costo zero

 

Dal conto formazione aziendale ai voucher formativi, tutte le opportunità a disposizione delle imprese

Formazione aziendale - S.Di Lorenzo - Opera propria, CC BY-SA 3.0

La Finanziaria 2001 (legge 388/2000) ha previsto che le imprese possano destinare lo 0,30% del contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria alla formazione continua dei propri dipendenti, attraverso i Fondi paritetici interprofessionali.

Questi organismi possono essere istituiti, a livello regionale o territoriale, sulla base di accordi interconfederali stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori maggiormente rappresentative sul piano nazionale, alternativamente nella forma di:

  • soggetto giuridico di natura associativa ai sensi dell'articolo 36 del codice civile;
  • soggetto dotato di personalità giuridica ai sensi dell'articolo 12 del codice civile, concessa con un decreto del Ministero del Lavoro.

I Fondi possono essere istituiti per ciascuno dei settori economici dell’industria, dell’agricoltura, del terziario e dell'artigianato e gli accordi interconfederali possono prevedere l'istituzione di Fondi anche per settori diversi e per la formazione continua dei dirigenti.

La loro attivazione è subordinata al rilascio dell'autorizzazione da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, mentre la vigilanza sulla gestione dei fondi è affidata all'Anpal, l'Agenzia nazionale per le Politiche attive del lavoro.

Le risorse provengono dai versamenti dei datori di lavoro all'Inps, che provvede bimestralmente a trasferirle al Fondo indicato dall'impresa. Per i datori di lavoro che non aderiscono ai Fondi paritetici interprofessionali resta fermo l'obbligo di versare all'Istituto nazionale di previdenza sociale il contributo integrativo.

Con il decreto legislativo n. 150-2015 questi organismi sono entrati a far parte anche della Rete Nazionale dei servizi per le politiche del lavoro, che ha il compito di promuovere i diritti alla formazione e all'elevazione professionale e comprende anche Anpal, Inps, Inail, Isfol, fondi bilaterali, camere di commercio e agenzie per il lavoro.

Inoltre, sempre in base al dlgs n. 150-2015, i Fondi interprofessionali possono intervenire anche nella stipula del patto di servizio personalizzato a favore dei beneficiari di strumenti di sostegno al reddito in costanza di rapporto di lavoro (riduzione di orario connessa all'attivazione di una procedura di sospensione o riduzione dell'attività lavorativa per integrazione salariale, contratto di solidarietà o intervento dei fondi di solidarietà), "allo scopo di mantenere o sviluppare le competenze in vista della conclusione della procedura di sospensione o riduzione dell'attività lavorativa ed in connessione con la domanda di lavoro espressa dal territorio".

Cosa finanziano

I Fondi paritetici interprofessionali finanziano piani formativi aziendali, territoriali o settoriali concordati tra le parti sociali.

Inoltre, i Fondi possono finanziare anche piani formativi individuali e attività propedeutiche e connesse ad iniziative formative.

L'accesso alle attività formative può avvenire mediante la partecipazione ai progetti territoriali o settoriali organizzati dai Fondi o ai bandi pubblici da loro emanati, sia utilizzando la quota accantonata dal datore di lavoro sul conto formazione aziendale che attraverso voucher formativi per l'acquisto di corsi, seminari e altre iniziative analoghe a catalogo.

I Fondi possono emanare avvisi a propria titolarità, investendo risorse interne per la gestione e rendicontazione del progetto, o con il supporto di un ente di formazione accreditato.

I Fondi operativi

Fon.Ar.Com - Fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da C.I.F.A. (Confederazione Italiana Federazioni Autonome) e CONF.S.A.L. (Confederazione Sindacati Autonomi Lavoratori), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 6 marzo 2006.

Il codice di adesione Inps è FARC.

Fon.Coop - Fondo per la formazione continua nelle imprese cooperative

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da AGCI (Associazione Generale Cooperative Italiane), CCI (Confederazione Cooperative Italiane), Legacoop (Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue), CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro), CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori) e UIL (Unione Italiana del Lavoro), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 10 maggio 2002.

Il codice di adesione Inps è FCOP.

Fond.E.R - Fondo per la formazione continua negli enti religiosi

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da AGIDAE (Associazione Gestori Istituti Dipendenti dall'Autorità Ecclesiastica), CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro, CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori) e UIL (Unione Italiana del Lavoro), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 1° settembre 2005.

Il codice di adesione Inps è FREL.

Fondimpresa - Fondo per la formazione continua nelle imprese industriali

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da Confindustria (Confederazione Generale dell'Industria Italiana), CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro), CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori) e UIL (Unione Italiana del Lavoro), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 28 novembre 2002.

Il codice di adesione Inps è FIMA.

Fondir - Fondo per la formazione continua dei dirigenti del terziario

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da Confcommercio (Confederazione Generale Italiana del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle PMI), ABI (Associazione Bancaria Italiana), ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici), Confetra (Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica), Manageritalia, FederDircredito, Sinfub (Federazione Nazionale Sindacati Autonomi Personale del Credito, Finanza e Assicurazioni) e Fidia (Federazione Italiana Dirigenti Imprese Assicuratrici), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 6 marzo 2003.

Il codice di adesione Inps è FODI.

Fondirigenti - Fondo per la formazione continua dei dirigenti industriali

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da Confindustria (Confederazione Generale dell’Industria Italiana) e Federmanager (Federazione Nazionale Dirigenti Aziende Industriali),  il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 6 marzo 2003.

Il codice di adesione Inps è FDIR.

FondItalia - Fondo per la formazione continua nei settori terziario, industria e nelle PMI

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da FEDERTERZIARIO (Federazione Italiana del Terziario, dei Servizi, del Lavoro Autonomo e della Piccola Impresa Industriale, Commerciale ed Artigiana) e UGL (Unione Generale del Lavoro), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 12 febbraio 2009.

Il codice di adesione Inps è FEMI.

Fondartigianato - Fondo per la formazione continua nelle imprese artigiane

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da Confartigianato (Confederazione Generale dell'Artigianato e delle Imprese), CNA (Confederazione Nazionale Artigianato e della Piccola e Media Impresa), Casartigiani (Confederazione Autonoma Sindacati Artigiani), CLAAI (Confederazione delle Libere Associazioni Artigiane Italiane), CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro), CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori) e UIL (Unione Italiana del Lavoro), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 31 ottobre 2001.

Il codice di adesione Inps è FART.

Fondo Banche Assicurazioni (FBA) - Fondo per la formazione continua nei settori del credito e delle assicurazioni

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da ABI (Associazione Bancaria Italiana), ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici), CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro), CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori) e UIL (Unione Italiana del Lavoro), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 16 aprile 2008.

Il codice di adesione Inps è FBCA.

Fondo dirigenti PMI - Fondo per la formazione continua dei dirigenti delle PMI

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da Confapi (Confederazione Italiana della Piccola e Media Industria) e Federmanager (Federazione Nazionale Dirigenti Aziende Industriali), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 10 giugno 2003.

Il codice di adesione Inps è FDPI.

FAPI - Fondo per la formazione continua nelle PMI

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da Confapi (Confederazione Italiana della Piccola e Media Industria), CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro), CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori) e UIL (Unione Italiana del Lavoro), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 21 gennaio 2003.

Il codice di adesione Inps è FAPI.

Fonservizi - Fondo per la formazione continua nei servizi pubblici industriali

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da CONFSERVIZI - Asstra, Federambiente, Federutility (Confederazione Nazionale dei Servizi), CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro), CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori) e UIL (Unione Italiana del Lavoro), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 15 settembre 2010.

Il codice di adesione Inps è FPSI.

Fondolavoro - Fondo per la formazione continua nelle micro, piccole, medie e grandi imprese

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da UNSIC (Unione Nazionale Sindacale Imprenditori e Coltivatori) e UGL (Unione Generale del Lavoro), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 21 marzo 2012.

Il codice di adesione Inps è FLAV.

Fondoprofessioni - Fondo per la formazione continua negli studi professionali e nelle aziende collegate

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da CONFPROFESSIONI (Confederazione Sindacale Italiana delle Libere Professioni), CONFEDERTECNICA (Confederazione Sindacati Nazionali Libere Professioni Tecniche), CIPA (Confederazione Italiana Professionisti e Artisti), CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro), CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori) e UIL (Unione Italiana del Lavoro), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 7 novembre 2003.

Il codice di adesione Inps è FPRO.

Fon.Ter - Fondo per la formazione continua nel terziario

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da Confesercenti (Confederazione Italiana Esercenti Commercio, Turismo e Servizi), CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro), CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori) e UIL (Unione Italiana del Lavoro), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 24 febbraio 2003.

Il codice di adesione Inps è FTUS.

For.Agri - Fondo per la formazione continua in agricoltura

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da Confagricoltura (Confederazione Generale dell'Agricoltura Italiana), Coldiretti (Confederazione Nazionale Coldiretti), CIA (Confederazione Italiana Agricoltori), CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro), CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori), UIL (Unione Italiana del Lavoro) e Confederdia (Confederazione Italiana Dirigenti, Quadri e Impiegati dell’Agricoltura), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 28 febbraio 2007.

Il codice di adesione Inps è FAGR.

Formazienda - Fondo per la formazione continua nei comparti commercio, turismo, servizi, professioni

Costituito a seguito dell'accordo nazionale firmato da CONF.S.A.L. (Confederazione Sindacati Autonomi Lavoratori) e SISTEMA COMMERCIO E IMPRESA (Confederazione Nazionale Autonoma Italiana del Commercio, del Turismo, dei Servizi, delle Professioni e delle Piccole e Medie Imprese), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 31 ottobre 2008.

Il codice di adesione Inps è FORM.

For.Te - Fondo per la formazione continua nel terziario

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da Confcommercio (Confederazione Generale Italiana del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle PMI), Confetra (Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica), CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro), CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori) e UIL (Unione Italiana del Lavoro), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 31 ottobre 2002.

Il codice di adesione Inps è FITE.

Fondo Conoscenza - Fondo per la formazione continua nelle professioni intellettuali

Costituito a seguito dell’accordo nazionale firmato da Fenapi (Federazione nazionale autonoma piccoli imprenditori) e CIU (Confederazione Italiana di Unione delle professioni Intellettuali), il Fondo è stato autorizzato ad operare dal Ministero del Lavoro con decreto del 2 marzo 2015.

Il codice di adesione Inps è FCON.

Come aderire

Le modalità di adesione ai Fondi interprofessionali sono state definite con circolare dell’Inps n. 71 del 2 aprile 2003.

Ciascun datore di lavoro può aderire a un unico Fondo per tutti i dipendenti soggetti alla medesima disciplina contrattuale e in più a un secondo Fondo per i dirigenti. Per farlo occorre scegliere l'opzione 'Adesione' inserendo il codice dell'organismo prescelto e il numero dei dipendenti per cui è previsto l'obbligo contributivo nella 'Denuncia aziendale' del flusso UNIEMENS aggregato (ex modello di denuncia contributiva DM10/2).

L'adesione viene rinnovata tacitamente negli anni successivi e non comporta spese aggiuntive per il datore di lavoro.

L'accantonamento delle risorse decorre dal mese di competenza della Denuncia aziendale nel quale è stato inserito il codice del Fondo.

Per leggere il contenuto prego
o