Legge di Stabilita' 2016 - card per famiglie numerose e bonus cultura

 

Tra le novità introdotte nel testo licenziato dalla Camera la carta per le famiglie numerose e il bonus cultura per i diciottenni

Euro

Con l'ok della Camera, la legge di Stabilità 2016 torna al Senato per il via libera definitivo, atteso tra oggi e domani. Tra le novità del testo uscito dall'Aula di Montecitorio, una card per le famiglie numerose e il bonus cultura per i diciottenni.

Card per famiglie numerose

La legge di Stabilità introduce una carta destinata, su richiesta, ai nuclei familiari costituiti da cittadini italiani o stranieri regolarmente residenti nel territorio nazionale con almeno 3 figli minori a carico.

La carta viene rilasciata dai Comuni, secondo criteri e modalità stabiliti sulla base dell'ISEE con apposito decreto ministeriale e permette sconti per l'acquisto di beni e servizi o riduzioni tariffarie con i soggetti pubblici o privati che intendano aderire all'iniziativa.

La card è, inoltre, funzionale alla creazione di uno o più gruppi di acquisto familiare o gruppi di acquisto solidale nazionali, oltre che alla fruizione di biglietti famiglia e abbonamenti famiglia per vari servizi, quali i servizi di trasporto, culturali, sportivi, ludici e turistici.

Bonus su acquisti culturali per i giovani

Nel ddl Stabilità è prevista anche l’assegnazione di una card cultura per i giovani. Nello specifico, la normativa prevede che a tutti i cittadini italiani o di altri Paesi membri Ue residenti in Italia, che compiono 18 anni nel 2016, sia assegnata una carta elettronica dell’importo massimo di 500 euro da utilizzare per l'ingresso a teatro, cinema, musei, mostre, eventi culturali, spettacoli dal vivo, oltre che per l’acquisto di libri e per l’accesso a monumenti, gallerie, aree archeologiche e parchi naturali.

I criteri di attribuzione e utilizzo e l'importo da assegnare alla carta saranno definiti con decreto del presidente del Consiglio dei ministri, di concerto con il ministro dei Beni e delle attività culturali e con il ministro dell’Economia e delle finanze, entro 30 giorni dall'entrata in vigore della Legge di Stabilità.

La somma prevista dalla carta non costituisce reddito imponibile e non rileva ai fini del calcolo dell'ISEE.

Per l’assegnazione della carta ai diciottenni è autorizzata la spesa di 290 milioni di euro per il 2016, a valere su risorse del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MIBACT).

Per leggere il contenuto prego
o