Ddl concorrenza - al via l'esame alla Camera

 

MontecitorioLe commissioni Attività produttive e Finanze della Camera hanno avviato l'esame del disegno di legge in materia di concorrenza e liberalizzazioni. Il testo, approvato dal Consiglio dei Ministri il 20 febbraio, introduce novità in campi che vanno dalle assicurazioni all'energia, dalle libere professioni alla distribuzione farmaceutica.

Illustrando il provvedimento, il relatore in commissione Attività produttive Andrea Martella (Pd) ha spiegato che le misure contenute nel disegno di legge sono dirette "a rimuovere le barriere che ostacolano l’ingresso di nuovi soggetti sul mercato, agevolare il libero esercizio dell’attività imprenditoriale, aumentare la trasparenza dei mercati, migliorare la consapevolezza e la mobilità della clientela e ridurre oneri non giustificati dalla tutela di alcun interesse pubblico primario".

Si tratta di provvedimenti già sollecitati dalla Commissione europea nelle Raccomandazioni sul Programma nazionale di riforma 2014 dell’Italia, ha sottolineato il relatore, ricordando che il Documento di economia e finanza (DEF) 2015 attribuisce alle politiche per la concorrenza un effetto sulla crescita del PIL pari a 0,4 punti nel 2020 e a 1,2 punti nel lungo periodo. Secondo il Rapporto 2015 dell'OCSE sull'Italia, ha aggiunto inoltre la relatrice per la commissione Finanze Silvia Fregolent (Pd), "riforme volte all’apertura dei mercati potrebbero valere fino a 2,6 punti di PIL nei prossimi cinque anni".

I contenuti del disegno di legge in materia di liberalizzazioni

Diversi i settori coinvolti nel ddl:

  • assicurazioni, con particolare riferimento al campo della RC Auto,
  • fondi pensione,
  • banche,
  • comunicazioni,
  • servizi postali,
  • energia,
  • distribuzione in rete di carburanti per autotrazione,
  • professioni,
  • distribuzione farmaceutica.

Assicurazioni

Il testo prevede sconti sull'RC Auto per gli automobilisti che accettano clausole per il contenimento dei costi o il contrasto delle frodi, ad esempio in caso di installazione della scatola nera e di rilevatori del tasso alcolemico, ispezioni preventive dei veicoli e risarcimento in forma specifica, cioè effettuando le riparazioni presso una carrozzeria convenzionata con l’assicurazione.

Il ddl introduce anche l’obbligo di indicare i testimoni per gli incidenti con soli danni alle cose non oltre il momento della denuncia e la possibilità di recesso dalle polizze accessorie allo scadere della polizza principale.

I poteri di vigilanza e controllo sulle nuove norme, in particolare su quelle relative alla riduzione dei premi dei contratti di assicurazione e al rispetto degli obblighi di pubblicità e di comunicazione in fase di offerta contrattuale, sono attribuiti all’IVASS.

Fondi pensione

Il disegno di legge assicura ai lavoratori la piena portabilità dei propri contributi pensionistici, eliminando la possibilità per i contratti di lavoro nazionali di inserire vincoli e condizioni anche in relazione alla quota di spettanza del datore di lavoro. Rimosso anche il vincolo per il fondo di trovare sottoscrittori solo all'interno della categoria professionale di riferimento.

Banche

Il ddl Concorrenza prevede poi strumenti di comparabilità delle offerte di servizi bancari, un apposito sito Internet sulle polizze assicurative accessorie ai contratti di finanziamento e ai mutui e disposizioni in materia di portabilità dei conti di pagamento, fissando termini specifici per il loro trasferimento e un indennizzo in caso di ritardi.

Inoltre, il disegno di legge stabilisce che i costi delle chiamate per l’assistenza ai clienti non possano superare le tariffe per l’ordinaria chiamata urbana.

Comunicazioni

Nel campo delle comunicazioni, invece, saltano alcuni vincoli per i contratti con i fornitori di servizi di telefonia, televisivi e di comunicazioni elettroniche in generale, semplificando il recesso o il trasferimento dell’utenza ad altri operatori e assicurando ai consumatori maggiore trasparenza sugli oneri previsti in questi casi.

Servizi postali

Quanto ai servizi postali, è prevista la soppressione, dal 10 giugno 2016, dell’attribuzione in esclusiva a Poste italiane Spa dei servizi di notifica e comunicazione di atti giudiziari e di violazioni del codice della strada.

Energia e distribuzione carburanti

Il ddl Concorrenza prevede anche l'eliminazione, a partire dal 2018, del regime di maggior tutela nei settori del gas e dell’energia elettrica, e quindi il passaggio alla piena liberalizzazione del mercato, e il venir meno della barriera all’entrata per l’installazione di nuovi impianti di distribuzione di carburanti.

Professioni

Diverse le novità sul fronte delle libere professioni. Per l’avvocatura si ammette l'esercizio della professione forense sia in forma associata che societaria e si impone all’avvocato di comunicare la previsione dei costi, in forma scritta e articolata per voci di spesa, anche se il cliente non lo richiede. Per aumentare la concorrenza nel notariato, invece, il ddl permette al notaio di ampliare il proprio bacino di utenza, aprendo una sede secondaria in tutto il territorio della regione in cui ha sede o in tutto il distretto di corte d’appello.

A incontrare resistenze sarà, però, soprattutto la nuova disciplina sulle compravendite immobiliari di beni immobili destinati ad uso non abitativo, che permette agli avvocati di autenticare le sottoscrizioni degli atti di trasferimento fino al valore catastale massimo di 100mila euro.

Farmacie

Nel settore della distribuzione farmaceutica, infine, il disegno di legge permette l’ingresso di società di capitale nella titolarità dell’esercizio della farmacia privata e rimuove il limite delle 4 licenze.

Altri provvedimenti potrebbero rientrare nel testo nel corso del dibattito parlamentare, tra cui le norme sulla riduzione delle Authority portuali e sul noleggio con conducente, previste nella bozza del ddl e poi stralciate nella versione approvata in Consiglio dei Ministri.

Links
CdM: le novita' del Ddl Concorrenza

Author: anpasnazionale / photo on flickr

Per leggere il contenuto prego
o