EIT - KIC InnoEnergy, opportunità per imprese italiane

 

Diego Pavia - foto di KIC InnoEnergyQuali strumenti offre KIC InnoEnergy,  la Comunità della Conoscenza e dell'Innovazione (KIC) per l'energia sostenibile dell'Istituto europeo per l'innovazione e la tecnologia (EIT), alle aziende italiane? Ce lo spiega l'amministratore delegato di KIC InnoEnergy Diego Pavia.

Cos'è KIC InnoEnergy?

KIC InnoEnergy è un'organizzazione europea che promuove innovazione, imprenditoria e formazione nel campo dell'energia sostenibile, coinvolgendo università, centri di ricerca e imprese. Grazie al sostegno dell'organizzazione, ad esempio, sono state fondate 43 start-up e 59 brevetti sono stati depositati. KIC InnoEnergy intende produrre un impatto positivo nel settore dell'energia sostenibile in Europa, formando, da un lato, una nuova generazione di innovatori, e realizzando, dall'altro, prodotti e servizi innovativi.

Con la sua sede nei Paesi Bassi, l'organizzazione sviluppa le proprie attività grazie ad una rete capillare di uffici, situati in Belgio, Francia, Germania, Polonia, Portogallo, Spagna e Svezia, cui si aggiungono 150 partner e 27 stakeholders; questi ultimi si sono impegnati a mobilizzare 700 milioni di euro per il periodo 2011-2015 nell'ambito del piano industriale di KIC InnoEnergy.

KIC InnoEnergy è supportata economicamente dall'European Institute of Innovation and Technology (EIT) e reinveste tutti i profitti nelle attività dell'organizzazione.

Quali opportunità KIC InnoEnergy offre agli imprenditori italiani ed europei?

KIC InnoEnergy è l'unico acceleratore europeo specializzato nel campo dell'energia sostenibile. Tra i servizi a sostegno dell'imprenditoria si distingue il programma Highway®, che supporta la creazione e la crescita di start-up di successo, aiutando gli imprenditori a trasformare le propri idee in attività imprenditoriali.

Il programma prevede diversi tipi di sostegno, dalla preparazione del modello di business, alla creazione di un team vincente fino all'accesso ai finanziamenti. Gli imprenditori che aderiscono ad Highway®, inoltre, hanno la possibilità di entrare in contatto con i partner della rete KIC InnoEnergy, che mettono a disposizione le proprie conoscenze ed esperienze. In molti casi, sono proprio i partner i primi ad adottare le soluzioni innovative proposte dalle aziende.

KIC InnoEnergy offre anche l'accesso ad una rete di venture capital che investono in quelle start-up che ritengono possano fare la differenza.

Quali opportunità KIC InnoEnergy offre agli startupper, affinché trasformino la loro idea in impresa?

Quando qualcuno arriva da noi con un'idea, quel che gli offriamo è il nostro supporto, che non si limita alle sole attività di management dell'impresa nascente, ma consiste anche nell'offrire ciò di cui necessitano per realizzare a pieno il potenziale della loro idea.

Concretamente, KIC InnoEnergy paga i fornitori di servizi, che poi mette a disposizione degli startupper, e offriamo loro le competenze del nostro network, accelerando così le varie fasi di sviluppo del prodotto.

Ad oggi ci sono esempi di imprese italiane che hanno aderito a KIC InnoEnergy?

Abbiamo ricevuto alcune proposte da imprese italiane interessate al programma Highway®, e, a seguito del nostro rigido processo di valutazione, abbiamo selezionato il progetto GRAMMA - Green Asset Management, supportandolo per 6 mesi.

GRAMMA, con sede a Cagliari, è un'impresa che sviluppa soluzioni agro-energetiche basate sull'Effective PV Greenhouse, una serra fotovoltaica brevettata che consente alle aziende agricole di diversificare le proprie fonti di reddito.

La soluzione proposta da GRAMMA e accetta da KIC InnoEnergy nell'ambito del programma Highway® è il modello di una serra fotovoltaica avanzata con un tetto asimmetrico, diviso in due parti: una per l'agricoltura, ed un'altra per la produzione di energia elettrica. Entrambe le sezioni sono sviluppate in modo tale da raggiungere entrambe risultati ottimali.

La nostra esperienza con GRAMMA è stata estremamente positiva e supporteremo altre start-up italiane interessate al programma Highway® grazie agli uffici KIC InnoEnergy situati in Francia.

Quali sono i prossimi passi di KIC InnoEnergy per il 2015?

Nel 2015 KIC InnoEnergy intende continuare a perseguire i propri obiettivi, coinvolgendo un numero maggiore di studenti nei programmi di formazione e di start-up nel programma Highway®, sostenendo al contempo progetti innovativi per introdurre nuovi prodotti nel mercato.

Tra le iniziative in programma per il 2015 c'è l'evento Business Booster 2015, che si svolgerà in ottobre a Berlino, riunendo decision-maker chiave per il settore industriale e start-up incubate da KIC InnoEnergy. In linea con il Business Booster 2014 di Barcellona, che ha visto la partecipazione di oltre 330 professionisti, il Business Booster 2015 intende sottolineare l'importanza della collaborazione tra i grandi dell'industria e le start-up innovative, con l'intento di sviluppare nuove tecnologie e modelli di business.

Inoltre, nel corso dell'anno parteciperemo a diversi eventi locali ed europei, tra cui l'European Utility Week (Vienna, 3-7 novembre 2015), il World Efficiency Show and Congress (Parigi, 13-15 ottobre 2015) e lo Smart City Expo World Congress (Barcellona, 17-19 novembre 2015).

In questi giorni, invece, abbiamo partecipato a Budapest al forum annuale che premia le migliori idee e startup innovative d'Europa, Innoveit 2015. Due dei progetti che si sono aggiudicati gli EIT Awardsi premi dell'EIT che intendono promuovere le innovazioni europee più promettenti puntando i riflettori su innovatori e imprenditori che partecipano alle Comunità della conoscenza e dell'innovazione (KICs), sono legati a KIC InnoEnergy: Neptune, realizzato da Rajat Aghabi, e LEDSafari, di Govinda Upadhyyay.

Neptune, di Rajai Aghabi,vincitore per la sezione Innovation dell'EIT Award, intende dar vita a due diversi prodotti: Eolos, un sistema di misurazione del vento basato sulla tecnologia laser e Neptool, un software in grado di fornire previsioni di alta precisione per la misurazione del vento, delle onde e delle correnti marine.

Il Change Award è andato a Govinda Upadhyyay, che nell'ambito di KIC InnoEnergy ha realizzato una lampada solare innovativa, composta solo di 5 componenti elettrici che possono essere assemblati da chiunque. Per questo motivo, si tratta della più economica sul mercato (5 dollari).

Il terzo vincitore, per la sezione Venture, è Regnar Paaske, che nell'ambito del Climate-KIC ha messo a punto Nordic Power Converters, un convertitore che permetterebbe di risolvere diverse criticità di prodotti come l'illuminazione a LED e i caricabatterie.

Links

EIT: Italia aderisce al programma Climate-KIC Accelerator 2015

EIT: ClimateLaunchpad 2015, concorso Ue per progetti cleantech

Per leggere il contenuto prego
o