DL 133-2014 Sblocca Italia: infrastrutture, Fondo Sblocca Cantieri e opere strategiche

 

gruFondo Sblocca Cantieri e completamento delle opere strategiche. Sono alcuni dei punti chiave del dl n. 133-2014 Sblocca Italia per dare continuità ai cantieri italiani e portare a termine la realizzazione di varie infrastrutture nel paese.

 Fondo Sblocca Cantieri

Per consentire nel 2014 la continuità dei cantieri o il perfezionamento degli atti contrattuali finalizzati all'avvio dei lavori, il provvedimento prevede il rifinanziamento del Fondo Sblocca Cantieri con complessivi 3 miliardi e 851 milioni di euro, così ripartiti:

  • 26 milioni di euro per l'anno 2014,
  • 231 milioni di euro per l'anno 2015,
  • 159 milioni di euro per l'anno 2016,
  • 1 miliardo e 73 milioni di euro per l'anno 2017,
  • 2 miliardi e 66 milioni di euro per l'anno 2018,
  • 148 milioni per ciascuno degli anni 2019 e 2020.

La legge di conversione prevede un incrementato del Fondo per un importo pari a 39 milioni di euro, mediante l'utilizzo delle disponibilità, iscritte in conto residui, derivanti dalle revoche disposte dall'articolo 13, comma 1, del decreto-legge n. 145-2013 Destinazione Italia.

Entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, adotterà uno o più decreti per l’assegnazione delle risorse, destinate a:

  1. interventi ai sensi degli articoli 18 e 25 del decreto-legge n. 69-2013 cantierabili entro il 31 dicembre 2014: completamento della copertura del Passante ferroviario di Torino; Completamento sistema idrico Basento – Bradano, Settore G; Asse autostradale Trieste – Venezia; interventi di soppressione e automazione di passaggi a livello sulla rete ferroviaria, individuati, con priorità per la tratta terminale pugliese del corridoio ferroviario adriatico da Bologna a Lecce; Tratta Colosseo – Piazza Venezia della Linea C di Roma;
  2. interventi appaltabili entro il 31 dicembre 2014 e cantierabili entro il 30 giugno 2015: ulteriore lotto costruttivo Asse AV/AC Verona Padova; Completamento asse viario Lecco – Bergamo; Messa in sicurezza dell'asse ferroviario Cuneo – Ventimiglia; Completamento e ottimizzazione della Torino – Milano con la viabilità locale mediante l'interconnessione tra la SS 32 e la SP 299-Tangenziale di Novara-lotto 0 e lotto 1; Terzo Valico dei Giovi – AV Milano Genova; Quadrilatero Umbria – Marche; Completamento Linea 1 metropolitana di Napoli; rifinanziamento dell'articolo 1, comma 70, della legge n. 147-2013, relativo al superamento delle criticità sulle infrastrutture viarie concernenti ponti e gallerie; Messa in sicurezza dei principali svincoli della Strada Statale 131 in Sardegna;
  3. interventi appaltabili entro il 30 aprile 2015 e cantierabili entro il 31 agosto 2015: metropolitana di Torino; tramvia di Firenze; lavori di ammodernamento ed adeguamento dell'autostrada Salerno – Reggio Calabria, dallo svincolo di Rogliano allo svincolo di Atilia; Autostrada Salerno – Reggio Calabria svincolo Laureana di Borrello; Adeguamento della strada statale n. 372 Telesina tra lo svincolo di Caianello della Strada statale n. 372 e lo svincolo di Benevento sulla strada statale n. 88; Completamento della S.S. 291 in Sardegna; variante della «Tremezzina» sulla strada statale internazionale 340 Regina; Collegamento stradale Masserano – Ghemme; Ponte stradale di collegamento tra l'autostrada per Fiumicino e l'EUR; qsse viario Gamberale – Civitaluparella in Abruzzo; Primo lotto Asse viario S.S. 212 Fortorina; Continuità interventi nuovo tunnel del Brennero; quadruplicamento della linea ferroviaria Lucca Pistoia; aeroporti di Firenze e Salerno; Completamento sistema idrico integrato della Regione Abruzzo; opere segnalate dai Comuni alla Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 2 al 15 giugno 2014 o richieste inviate ai sensi dell'articolo 18, comma 9, del decreto-legge n. 69-2013.

Le richieste di finanziamento presentate dagli enti locali sono istruite dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, di concerto con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, e finalizzate, nel limite massimo di 100 milioni di euro, a nuovi progetti di interventi, secondo le modalità indicate con decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, assegnando priorità:

  • a) alla qualificazione e manutenzione del territorio, mediante recupero e riqualificazione di volumetrie esistenti e di aree dismesse, nonché alla riduzione del rischio idrogeologico;
  • b) alla riqualificazione e all'incremento dell'efficienza energetica del patrimonio edilizio pubblico, nonché alla realizzazione di impianti di produzione e distribuzione di energia da fonti rinnovabili;
  • c) alla messa in sicurezza degli edifici pubblici, con particolare riferimento a quelli scolastici, alle strutture socio-assistenziali di proprietà comunale e alle strutture di maggiore fruizione pubblica. Restano in ogni caso esclusi dall'attribuzione di tali risorse i comuni che non abbiano rispettato i vincoli di finanza pubblica ad essi attribuiti.

Una quota pari a 100 milioni di euro è destinata ai Provveditorati interregionali alle opere pubbliche del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per interventi di completamento di beni immobiliari demaniali di loro competenza.

Opere strategiche

Per consentire la continuità dei cantieri in corso, sono confermati i finanziamenti pubblici assegnati al collegamento Milano – Venezia secondo lotto Rho – Monza, di cui alla delibera n. 60-2013 del Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE).

Inoltre all'ANAS Spa sono definitivamente assegnate, per il completamento dell'intervento 'Itinerario Agrigento – Caltanissetta – A19 – Adeguamento a quattro corsie della SS 640 tra i km 9 800 e 44 400', le somme previste dal Contratto di programma tra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e ANAS S.p.A. relativo all'anno 2013, pari a: 3 milioni di euro a valere sulle risorse destinate al Contratto di programma 2013 e a 42,5 milioni di euro a valere sulle risorse destinate al Contratto di programma 2012.

Le risorse relative alla realizzazione degli interventi concernenti il completamento dell'asse strategico nazionale autostradale Salerno-Reggio Calabria di cui alla delibera del CIPE n. 62-2011, sono erogate direttamente alla società ANAS Spa, a fronte dei lavori già eseguiti.

Linea ferroviaria Cuneo-Breil-Ventimiglia

Per il completamento degli interventi infrastrutturali di viabilità stradale di cui all'articolo 1, comma 452, della legge n. 311-2004 (interventi infrastrutturali necessari a garantire l’integrale attuazione della Convenzione tra l’Italia e la Francia), e successive modificazioni, è autorizzata la spesa di 487mila euro per l'anno 2014.

Links
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge n. 133-2014

Photo credit: efilpera / Foter / CC BY-NC-SA

Per leggere il contenuto prego
o