Lombardia - Dote scuola, contributi per famiglie e studenti

 

Dote scuolaDomande dal 19 aprile per il buono scuola e il contributo per libri, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica.

MIUR – contributi per alternanza scuola-lavoro

Scuola – i prossimi bandi MIUR per l'accesso ai contributi Ue 

La Regione ha definito le modalità per accedere alle componenti Buono scuola e Contributo per l’acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica della Dote scuola 2017-2018. Le risorse a disposizione ammontano a 31,1 milioni di euro.

Buono scuola

La componente Buono scuola è rivolta agli studenti residenti in Lombardia, di età inferiore a 21 anni, iscritti per l’anno scolastico 2017-2018 a corsi ordinari di studio presso scuole primarie, secondarie di primo grado, secondarie di secondo grado, paritarie o statali con retta di frequenza, aventi sede in Lombardia o nelle regioni limitrofe, purché lo studente pendolare, al termine delle lezioni, rientri quotidianamente alla propria residenza. Per corsi ordinari di studio si intendono quelli previsti dagli ordinamenti nazionali e regionali per le scuole secondarie di primo e secondo grado.

Il nucleo familiare richiedente deve avere una certificazione ISEE inferiore o uguale a 40mila euro. Il contributo viene determinato in relazione alle fasce ISEE di appartenenza e all’ordine e grado di scuola frequentata, da un minimo di 300 euro a un massimo di 2mila euro.

Gli importi sono erogati sotto forma di buoni virtuali elettronici da utilizzare on-line, entro la scadenza inderogabile del 30 giugno 2018, a favore della scuola frequentata.

Contributo per l’acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica

La componente Contributo per l’acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica, invece, è rivolta agli studenti residenti in Lombardia, di età non superiore ai 18 anni, iscritti per l’anno scolastico 2017-2018 a: 

  • corsi ordinari di studio presso scuole secondarie di primo grado (classi I, II e III) e secondarie di secondo grado (classi I e II), statali e paritarie aventi sede in Lombardia o in regioni confinanti purché lo studente pendolare, al termine delle lezioni, rientri quotidianamente alla propria residenza; 
  • percorsi di istruzione e formazione professionale (classi I e II) erogati in assolvimento dell’obbligo scolastico dalle istituzioni formative accreditate al sistema di istruzione e formazione professionale regionale, aventi sede in Lombardia o in regioni confinanti purché lo studente pendolare, al termine delle lezioni, rientri quotidianamente alla propria residenza. Per corsi ordinari di studio si intendono quelli previsti dagli ordinamenti nazionali e regionali per le scuole secondarie di primo e secondo grado.

Il nucleo familiare richiedente deve avere una certificazione ISEE inferiore o uguale a 15.494 euro.

Il contributo è determinato in relazione alle fasce ISEE di appartenenza e all’ordine e grado di scuola frequentata, da un minimo di 90 euro a un massimo di 240 euro. Gli importi vengono erogati sotto forma di buoni virtuali elettronici intestati al beneficiario e spendibili, entro la scadenza del 31 dicembre 2017, presso la rete distributiva convenzionata con il gestore del servizio.

Presentazione delle domande

Le domande per le due componenti possono essere presentate da uno dei genitori o da altri soggetti che rappresentano lo studente interessato (mentre lo studente maggiorenne può presentare personalmente la domanda) dalle ore 12.00 del 19 aprile 2017 alle ore 17.00 del 15 giugno 2017.

PON Scuola – contributi per educazione all’imprenditorialita'

Photo credit: US Department of Education via Foter.com / CC BY

Per leggere il contenuto prego
o