Emilia-Romagna: Bricst Plus, 30 milioni per l'internazionalizzazione

 

InternazionalizzazioneE' dedicato ai mercati di sei paesi emergenti il titolo del programma per l'internazionalizzazione 2013-2015 approvato in questi giorni dalla Regione Emilia-Romagna: si chiama Bricst Plus e mette sul piatto 30 milioni di euro per sostenere le imprese regionali interessate a operare in Brasile, Russia, India, Cina, Sud Africa e Turchia.

Una strategia triennale a supporto dell'internazionalizzazione, che punta principalmente su sei paesi, ma guarda anche ad altre aree, tra cui Vietnam, Indonesia e Messico.

A metterla in pratica, oltre alla Regione, sarà l'Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (Ice), con la collaborazione di enti locali, camere di commercio, associazioni delle imprese, università e istituti di credito.

L'obiettivo è duplice: da una parte, dare slancio allo sviluppo commerciale delle imprese regionali nei mercati esteri; dall'altra, cercare nuovi partner in vista di joint venture produttive, attraverso missioni imprenditoriali, fiere, incontri b2b e analoghe iniziative.

I settori di punta sono:

  • meccanica,
  • automotive,
  • agroindustria,
  • moda,
  • costruzioni,
  • high-tech.

Alla promozione dell'agroalimentare, la Regione ha inoltre destinato un apposito stanziamento da 8,8 milioni di euro.



Per leggere il contenuto prego
o