Smart cities e communities: la Commissione lancia il partenariato europeo per l'innovazione

 

Kallas, Oettinger e Kroes - Credit © European Union, 2012"Impiegare tecnologie moderne collegate per raggiungere una qualità più elevata di vita nelle nostre città, per gestire il traffico e la circolazione, massimizzare l'efficienza energetica e ridurre l'inquinamento ambientale". Così il commissario europeo all'Energia Günther Oettinger descrive gli obiettivi della comunicazione sulla partnership europea per l'innovazione dedicata alle smart cities e communities. Sono 365 milioni di euro i fondi disponibili per il solo 2013, contro gli 81 milioni stanziati per il 2012.

Con circa tre quarti dei cittadini europei residenti in città, le realtà urbane rappresentano uno dei principali target della strategia europea per la crescita intelligente, inclusiva e sostenibile Europa 2020.

L'obiettivo del partenariato - ha spiegato Oettinger insieme ai commissari ai Trasporti e all'Agenda digitale Siim Kallas e Neelie Kroes - è concentrare le risorse comunitarie destinate alla ricerca nei settori dell'energia, dei trasporti e dell'ICT su un numero limitato di progetti dimostrativi, da realizzare in collaborazione con le città.

Nella pratica, la Commissione incentiva la collaborazione tra industrie e amministrazioni cittadine per sviluppare e implementare servizi e infrastrutture innovativi, dai materiali per l'efficienza energetica ai contatori intelligenti, dai veicoli elettrici agli autobus silenziosi.
Particolare attenzione sarà riservata ai progetti faro, soluzioni che si collocano all'intersezione tra i tre settori dell'iniziativa.

L'attuazione del partenariato sarà monitorata da un gruppo ad alto livello composto dai vertici di aziende ad alta intensità di ricerca e sviluppo, sindaci, autorità di regolamentazione, e guidato dai tre commissari coinvolti.

Links

Smart cities and Communities - European Innovation Partnership

Per leggere il contenuto prego
o