Agricoltura: CCE, migliore utilizzo dei fondi rende più efficace la misura 121 del PSR

 

macchine agricole - foto di Charles and HudsonNon tutti i paesi comunitari usano gli aiuti destinati all'ammodernamento delle aziende agricole europee – di cui alla misura 121 dei Programmi di Sviluppo Rurale (Psr) - in maniera efficace. Questo il giudizio della Corte dei conti europea (CCE) che, nella relazione speciale n. 8/2012, ribadisce come i fondi disponibili debbano essere utilizzati in modo più mirato rispetto alle priorità dell’Ue e ai bisogni specifici degli Stati membri. La Corte chiede, dunque, un controllo maggiore sia da parte dei singoli Stati, che da parte della Commissione nell'approvare i PSR.

Utilizzo dei fondi

Ciò che la CEE sottolinea nella sua relazione, è che alcuni Stati membri non scelgono i progetti di investimento migliori in termini di redditività, o perché si avvalgono di sistemi di assegnazione dei fondi poco efficienti o perché non applicano buoni criteri di selezione.
La Corte, oltre a mettere in guardia i singoli paesi, ammonisce anche la Commissione, che avrebbe approvato alcuni PSR in cui l’assegnazione dell’aiuto non era adeguatamente mirata o che non specificavano il procedimento o i criteri da applicare per la selezione dei progetti.

Raccomandazioni

Nella relazione, la CCE si rivolge direttamente alla Commissione con tre raccomandazioni per accrescere l’efficacia della misura 121:

  1. approvare solo i Piani di sviluppo rurale (PSR) che dimostrino che l’aiuto è mirato, e soddisfino criteri di selezione chiari e pertinenti, fondati sulle priorità dell’Ue e sui bisogni nazionali e regionali;
  2. garantire che per il prossimo periodo di programmazione 2014-2020 si ottengano informazioni pertinenti e attendibili per agevolare la gestione e il monitoraggio dei risultati della misura;
  3. proporre disposizioni normative riguardo all’assegnazione di fondi a priorità specifiche, da includere, se opportuno, nei regolamenti Ue applicabili in materia, in modo che il finanziamento abbia un effetto supplementare.

Misura 121

La misura 121 finanzia investimenti nelle aziende agricole che possono riguardare sia semplici elementi, quali attrezzi agricoli e cassette di legno per la frutta, sia progetti complessi come gli impianti per la produzione di biogas. L'obiettivo principale della misura è migliorare il rendimento economico delle aziende agricole, da realizzare, come illustra il Regolamento (CE) n. 1698/2005, “mediante un più sapiente utilizzo dei fattori di produzione, inclusa l'introduzione di nuove tecnologie e di innovazione e il perseguimento della qualità”.

Links

Relazione speciale CCE n.8/2012

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o