Fondo europeo per l'Integrazione: immigrati, 8 azioni per oltre 34 milioni di euro

 

FEI, integrazione immigrati

Approvato dalla Commissione Europea il Programma Annuale 2012 per l'Italia del Fondo europeo per l'Integrazione di cittadini di Paesi Terzi (FEI). Oltre 34 milioni di euro sono le risorse messe a disposizione per promuovere interventi di carattere nazionale e territoriale in favore degli immigrati, incentrati sul tema del dialogo interculturale, della mediazione sociale e del confronto tra popolazione migrante e società di accoglienza. Alcuni progetti saranno selezionati con avviso pubblico, mentre, in casi debitamente giustificati, le sovvenzioni saranno concesse senza invito a presentare proposte.

Nel programma del Piano Annuale 2012 sono previste 8 azioni:

Formazione linguistica ed educazione civica

L’azione intende promuovere la conoscenza della lingua italiana da parte dei cittadini di paesi terzi,
anche ai fini dell’innalzamento dei livelli di istruzione e dello sviluppo e potenziamento delle competenze chiave di cittadinanza, nella prospettiva di una loro piena integrazione linguistica e sociale.

La dotazione totale prevista per questa azione ammonta a 22 milioni di euro, di cui 16,5 risultano essere il contributo comunitario.

Sono beneficiari della sovvenzione Amministrazioni centrali (in modalità Organo Esecutivo), amministrazioni territoriali e periferiche, enti locali, Centri Territoriale Permanenti per l'istruzione e la formazione in età adulta, associazioni del terzo settore di ambito locale e nazionale, istituti di ricerca, enti non a scopo di lucro.

Orientamento al lavoro e sostegno all’occupabilità

L’azione è finalizzata a promuovere l’occupabilità al lavoro di cittadini di Paesi terzi vulnerabili o in condizione di disagio occupazionale, tramite servizi di informazione, orientamento al lavoro e valorizzazione delle competenze informali, attraverso l’attivazione di servizi individuali personalizzati e finalizzati alla promozione dell’occupazione.

La dotazione totale prevista per questa azione ammonta a 3 milioni di euro, di cui 2,25 risultano essere il contributo comunitario.

Sono beneficiari della sovvenzione Amministrazioni centrali, territoriali e periferiche, enti locali, servizi per l’impiego pubblici e soggetti autorizzati e/o accreditati ad operare nel mercato del lavoro ai sensi della normativa nazionale vigente, associazioni del terzo settore di ambito locale e nazionale.

Progetti giovanili

L’azione intende realizzare interventi rivolti a minori e giovani di Paesi terzi, per sostenerli nel loro processo di crescita personale ed integrazione sociale, in particolare per favorire l’inserimento scolastico dei minori stranieri, limitare il fenomeno dell’abbandono e della dispersione scolastica, attivare percorsi di accoglienza e sostegno per i minori stranieri non accompagnati, e coinvolgere le famiglie dei ragazzi nel processo di integrazione.

La dotazione totale prevista per questa azione ammonta a 6 milioni di euro, di cui 4,5 risultano essere il contributo comunitario.

Beneficiari della sovvenzione Amministrazioni centrali (in modalità Organo Esecutivo), amministrazioni territoriali e periferiche; enti locali; associazioni del terzo settore di ambito locale e nazionale; istituti di ricerca; enti non a scopo di lucro.

Informazione, comunicazione e sensibilizzazione

L’azione intende promuovere la conoscenza dei diritti, dei doveri e delle opportunità rivolte ai cittadini di Paesi terzi, nonché sensibilizzare cittadini stranieri ed italiani favorendo la conoscenza ed il rispetto reciproci.

In particolare, si intende:

  • realizzare un portale per l'integrazione, per mettere a disposizione un sistema di accesso diretto e interattivo alle informazioni e per consolidare la rete dei soggetti istituzionali e dell’associazionismo.
  • ideare una campagna informativa sull'accordo di integrazione e sui nuovi adempimenti che interessano i cittadini stranieri;
  • migliorare l’integrazione sociale e professionale degli stranieri nei luoghi di lavoro, ridurre gli infortuni, divulgare la cultura della Responsabilità Sociale d’Impresa e trasmettere la cultura della sicurezza nel mondo del lavoro.

La dotazione totale prevista per questa azione ammonta a 2,5 milioni di euro, di cui 1,875 risultano essere il contributo comunitario.

Sono beneficiari della sovvenzione Amministrazioni centrali (in modalità Organo Esecutivo), amministrazioni territoriali e periferiche; enti locali, terzo settore di ambito locale e nazionale; enti non a scopo di lucro.

Mediazione interculturale

Con 2,2 milioni di euro, di cui 1,65 contributo comunitario, si intendono attivare servizi di mediazione interculturale e linguistica per favorire l’efficacia della comunicazione e promuovere l’accesso dei cittadini di paesi terzi ai pubblici servizi. L'azione è rivolta ad Amministrazioni territoriali e periferiche; enti locali; associazioni del terzo settore di ambito locale e nazionale; enti non a scopo di lucro.

Mediazione sociale e dialogo interculturale

L’azione intende promuovere interventi di mediazione sociale e gestione dei conflitti sociali in ambito locale e urbano, favorendo la conoscenza ed accettazione reciproca tra società d’accoglienza e collettività straniere.

La dotazione totale prevista per questa azione ammonta a 4 milioni di euro, di cui 3 risultano essere il contributo comunitario.

Sono beneficiari della sovvenzione Amministrazioni centrali (in modalità organo esecutivo), amministrazioni territoriali e periferiche, enti locali, associazioni del terzo settore di ambito locale e nazionale, enti non a scopo di lucro, istituti di ricerca.

Capacity building

L’azione:

  • intende migliorare i livelli di gestione ed erogazione dei servizi pubblici ed amministrativi rivolti ai cittadini di Paesi terzi;
  • prevede di promuovere interventi di mainstreaming che prevedano l’inserimento dei temi dell’integrazione nella programmazione e nell’attuazione degli interventi di politica sociale, sviluppando azioni di governance multilivello e l’approccio bottom-up alla pianificazione degli interventi.

Sono beneficiari della sovvenzione Amministrazioni centrali (in modalità Organo Esecutivo), amministrazioni territoriali e periferiche, enti locali, ANCI, associazioni del terzo settore di ambito locale e nazionale.

La dotazione totale prevista per questa azione ammonta a 5 milioni di euro, di cui 2,5 risultano essere il contributo comunitario.

Scambio di esperienze e buone pratiche

L’azione ha lo scopo di promuovere il confronto tra le politiche di integrazione, con focus trasversali specifici nei settori dell’inclusione finanziaria dei cittadini stranieri e della tutela dei minori sottoposti a procedimento penale.

In particolare, si intende promuovere il confronto tra le politiche di integrazione sviluppate a livello locale e nazionale in Italia e negli Stati Membri dell’Unione, ai fini della capitalizzazione e del trasferimento delle buone pratiche.

La dotazione totale prevista per questa azione ammonta a 1 milioni di euro, di cui circa 500 mila risultano essere il contributo comunitario.

Sono beneficiari della sovvenzione Amministrazioni centrali (in modalità organo esecutivo), amministrazioni territoriali e periferiche; istituti di ricerca, pubblici o privati, enti ed associazioni non a scopo di lucro.

Infine, sono stati previsti circa 3 milioni di euro per l'assistenza tecnica in merito alle attività di preparazione, gestione, monitoraggio, valutazione, informazione e controllo dei progetti.

Consultazione

L’Autorità Responsabile del Fondo Europeo per l’Integrazione dei cittadini di Paesi terzi (FEI) avvierà, come per le annualità precedenti, un processo di consultazione tra gli attori impegnati nella gestione del fenomeno migratorio al fine di assicurare la rispondenza tra gli avvisi pubblici relativi all’AP 2012 e le esigenze di integrazione espresse dal territorio, nonché al fine di orientare la programmazione relativa alla successiva annualità 2013.

Le associazioni che vorranno partecipare a tale consultazione potranno farlo compilando l’apposito questionario e trasmettendolo, entro e non oltre il 10 luglio 2012, agli indirizzi di posta elettronica: elena.petrucci@interno.it , dlci.fondointegrazione2@interno.it .

Links

Decisione C (2012) 3117

Piano Annuale 2012

Per leggere il contenuto prego
o