Unindustria Rovigo: accordi con Intesa Sanpaolo e Cariveneto a sostegno delle imprese associate

 

Unindustria Rovigo, logoAccesso al credito e Internazionalizzazione. Questi i temi dei due protocolli firmati da Unindustria Rovigo con Cariveneto (Cassa di risparmio del Veneto) e con il gruppo Intesa Sanpaolo per sostenere lo sviluppo delle aziende rodigine. In particolare, saranno a disposizione misure specifiche per ridurre i rischi di diniego delle banche alle domande di credito da parte delle Pmi, nonché un un plafond di 20 milioni di euro per supportare le imprese associate a Unindustria Rovigo nei processi di ampliamento del business sul mercato domestico e verso i mercati esteri.

Gli accordi sono stati firmati, presso la sede dell’associazione di Unindustria Rovigo, dal presidente Gian Michele Gambato e dal direttore Massimo Barbin, insieme al direttore generale Cassa di risparmio del Veneto, Massimo Tussardi, e al responsabile Sviluppo internazionalizzazione Intesa Sanpaolo, Andrea Fiori.

''Accesso al credito e internazionalizzazione sono due dei temi più dibattuti collegati allo sviluppo", ha dichiarato Gambato. "Con il primo accordo ci aspettiamo di poter dare il giusto tipo di assistenza agli associati nel valutare congiuntamente quando e come accedere al credito, accompagnandoli nella presentazione delle pratiche per ottenere la maggiore rapidità istruttoria e nella lettura delle risposte provenienti dalla banca. L'accordo per l'internazionalizzazione è invece finalizzato a creare leve per approcciare i mercati internazionali, difficilmente raggiungibili dalle piccole e medie imprese", prevedendo la possibiltà, per gli imprenditori interessati, di richiedere alla banca consulenze su tematiche di carattere commerciale e finanziario connesse agli investimenti elle attività di sviluppo, in aggiunta a incontri mirati presso le aziende.

Per leggere il contenuto prego
o