Summit Ue-India: al via due accordi per energia, ricerca ed innovazione

 

India - foto di Zscout370Il 12esimo vertice Ue-India, svoltosi il 10 febbraio scorso a Nuova Delhi, si è concluso con la firma di due importanti accordi di cooperazione nel campo dell'energia, della ricerca e dell'innovazione. Rimane in standby invece il Free Trade Agreement - FTA che, come ha dichiarato il presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, rappresenta l'accordo di libero scambio più grande al mondo.

L'India è uno dei partner commerciali più importanti per l'Ue, ha dichiarato Barroso, ricordando che solo nel 2010 lo scambio bilaterale di beni e servizi è stato di 87,3 miliardi di euro. Nei primi dieci mesi del 2011 la situazione è migliorata ulteriormente, con un aumento del 20% delle attività di import/export.

Il FTA darebbe un contributo significativo ai rapporti commerciali tra i due partner, coinvolgendo circa 1,7 miliardi di persone e offrendo nuove opportunità per le aziende indiane ed europee. "Ho fiducia che le negoziazioni si concluderanno entro i prossimi mesi", ha proseguito Barroso rivolgendosi al Primo ministro indiano, Manmohan Singh.

Grande successo invece sul fronte energetico con la firma di una dichiarazione congiunta che rafforzerà la collaborazione tra Ue ed India nelle seguenti aree:

  • sicurezza energetica,
  • energie rinnovabili,
  • sostenibilità energetica.

I due partner hanno concordato il reciproco sostegno per la realizzazione di meeting periodici, progetti di cooperazione e attività formative che coinvolgeranno istituzioni ed imprese indiane e comunitarie. Sull'energia nucleare, invece, le parti hanno manifestato la volontà di definire un nuovo accordo per un uso sicuro di questa fonte energetica sempre molto discussa.

Sul nucleare si è espresso anche il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, chiedendo al premier Singh "di utilizzare le leve dell’India nei confronti dell’Iran per contribuire a portare Teheeran al tavolo dei negoziati. Ue ed India intendono sostenere il duplice approccio volto a trovare una soluzione diplomatica”.

La dichiarazione congiunta nel campo della ricerca e dell'innovazione, infine, intensificherà l'alleanza indo-europea nelle attività di R&S, che già vedono l'India al quinto posto per il numero di proposte presentate nell'ambito del 7° Programma Quadro per la ricerca. Tra gli obiettivi dell'accordo figura anche un nuovo partenariato, Indo-European Research and Innovation Partnership, volto a: migliorare l'impatto e la qualità delle azioni di cooperazione, affrontare le sfide globali e sviluppare sinergie innovative tra India, Ue e Stati membri.

Secondo le previsioni l'Indo-European Research and Innovation Partnership dovrebbe essere presentato entro la fine dell'anno.

Links

Joint Declaration for Enhanced Cooperation on Energy between the European Union and the Government of India

Joint Declaration on Research and Innovation between the European Union and the Government of India

Per leggere il contenuto prego
o