Celle fotovoltaiche organiche: progressi dal Regno Unito

 

Solar cell - foto di SolarmerGli scienziati della Molecular Solar Ltd (Warwick, UK) hanno ottenuto risultati record in materia di quantità di volts prodotti da singole celle fotovoltaiche. La scoperta costituisce un decisivo passo in avanti nel campo dell’energia solare poiché preannuncia la possibilità di utilizzare, per scopi commerciali, celle altamente flessibili e a basso costo in diversi settori dell’elettronica.

La compagnia inglese è riuscita nell’intento di realizzare celle fotovoltaiche organiche (OPV cells) con voltaggio a circuito aperto caratterizzato da un eccesso di 4 volts. È la prima volta nella storia della ricerca sul fotovoltaico che si raggiunge un risultato simile.

“E’ un importante progresso”, ha commentato Ross Hatton, direttore della ricerca alla Molecular Solar, il quale ha spiegato i possibili sviluppi futuri della recente scoperta. “Siamo molto vicini all’avere celle fotovoltaiche organiche altamente flessibili e in grado di produrre energia elettrica ad un voltaggio adatto alle batterie ricaricabili al litio, attualmente usate per molti dispositivi elettronici portatili”.

Secondo quanto riferito dai ricercatori dell’Università di Warwick, il grande vantaggio ottenuto dalla compagnia inglese sta nella possibilità di utilizzo di una cella singola, senza il bisogno di connettere in serie diversi elementi, per l’alimentazione degli apparecchi. Il che costuisce un decisivo risparmio nei costi di produzione.

Attualmente la Molecular Solar Ltd sta ultimando un investimento da 5 milioni di sterline per la messa a punto delle celle e di altre tecnologie da impiegare nel settore.

Per leggere il contenuto prego
o