MSE: missione in Arabia Saudita in vista di una partnership strategica

 

Saudi Arabia - foto di JavierblasNei giorni scorsi il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, si è recato a Riad, in Arabia Saudita, per incontrare i responsabili di alcuni tra i settori economici più importanti del Paese asiatico e discutere con loro di futuri rapporti di collaborazione. Gli ambiti coinvolti nel progetto di partenariato sono: energia, infrastrutture, tecnologia, industria e pmi.

Sul piano energetico, l’Italia sta definendo una nuova strategia in cui l’Arabia Saudita, in qualità di primo produttore mondiale di petrolio, svolge un ruolo importante. Contestualmente, altre forme di collaboraborazione si avranno anche nel campo delle rinnovabili (soprattutto del fotovoltaico) e dei sistemi per la cattura del biossido di carbonio.

Per quanto riguarda le infrastrutture pubbliche in campo energetico, il Paese asiatico ha recentemente intrapreso un programma di investimenti in cui il contributo italiano, alla luce delle competenze nella realizzazione, produzione e distribuzione di energia, potrà rivelarsi significativo.

Nel corso degli incontri è stata poi stabilita per i prossimi mesi una missione italiana in Arabia al fine di stringere contatti industriali e tecnologici nell’ambito della ricerca e dell’accumulo energetico.

Interessanti opportunità di partnership riguardano, inoltre, i settori - molto sviluppati in Arabia Saudita - della desalinizzazione dell’acqua, della raffinazione del petrolio e della chimica, per i quali l’Italia dimostra forte interesse. Altri ambiti promettenti, in vista di nuovi rapporti di collaborazione tra i due Paesi, sono il navale, l’aeronautico, le telecomunicazioni e le ICT.

Con l’obiettivo di dare maggiore impulso ai contatti tra pmi italiane e saudite, si è deciso infine di stabilire un raccordo operativo permanente che conduca ad un incremento degli investimenti nei rapporti di scambio.

Per il ministro Romani "c'è un forte e crescente interesse da parte saudita per il Sistema Italia. Su questa base i nostri due Paesi possono costruire partnership industriali all'avanguardia, nei settori strategici dell'energia, del trattamento dell'acqua e delle alte tecnologie, coinvolgendo anche le nostre PMI".

Per leggere il contenuto prego
o