Roma - Cina: accordi per favorire investimenti e scambi commerciali

 

Tempio di Adriano a piazza di Pietra, Roma - sede Camera di Commercio - foto di Lalupa La Camera di Commercio di Roma e il Consiglio Cinese per la promozione del commercio internazionale hanno sottoscritto, lo scorso 6 settembre, un protocollo d’intesa che punta a rafforzare gli scambi commerciali e a promuovere investimenti tra Roma e Pechino, con particolare riferimento alle piccole e medie imprese delle rispettive realtà territoriali.

In particolare, le due istituzioni hanno assunto l'impegno di scambiarsi, sistematicamente, informazioni sui temi relativi al commercio e al trasferimento tecnico, evidenziando opportunità di trovare eventuali partner per gli investimenti, nonché di incentivare lo sviluppo di forme di collaborazione tra le imprese, quali joint venture e altre.

Gli accordi prevedono, infatti, l’organizzazione di missioni, gruppi di studio, seminari tematici, mostre e conferenze nelle due città. Già a metà settembre la Camera di Commercio di Roma sarà presente, con una propria delegazione, a Pechino, per un congresso, cui parteciperanno 121 Camere di Commercio cinesi insieme a 37 Camere di Commercio e 80 imprese provenienti da altri Paesi.

All’incontro tenutosi nella mattinata di ieri nella sede della Camera di Commercio di Roma hanno partecipato, oltre al Presidente dell’Istituzione camerale, Giancarlo Cremonesi, e alla Presidente del China Council for the Promotion of International Trade Beijing Sub-council, Ms. Xiong Jiuling, anche il Vicepresidente del World Trade Center di Pechino, Mr. Wang Peng, il Direttore del Beijing Municipal Institute for Economic and Social Development, Ms. Liu Fanghua, il Presidente di Zètema, Francesco Marcolini e il Segretario Generale della CCIAA di Roma, Pietro Abate.

Oggetto del confronto, anche il tema delle Olimpiadi del 2020. La Presidente Jiuling, che ha rivestito un importante incarico organizzativo in occasione dei Giochi Olimpici di Pechino, ha assicurato il proprio sostegno alla candidatura di Roma.

Per leggere il contenuto prego
o