Energia: impianti fotovoltaici sui tetti dell'universita' di Palermo

 

Fotovoltaico - Foto di Lucas BraunLa Sicilia è protagonista di un’iniziativa per la sostenibilità ambientale e l’autoproduzione di energia negli edifici pubblici. L’università di Palermo disporrà a breve di una serie di impianti fotovoltaici, di cui il primo – già in costruzione - sarà tra i maggiori nella Regione e a livello universitario.

Con 740 metri quadrati di estensione e una capacità di produzione annuale pari a circa 140.000 kilowattora, l’impianto contribuirà al fabbisogno energetico dell’ateneo per il 17% del totale.

Il progetto si inserisce nel quadro più ampio degli interventi portati avanti per far fronte a un consumo di energia elettrica pari, nel 2008, a 20 milioni e 500 mila kilowattora e coniuga l’esigenza di contenere le spese con la capacità di ricerca e innovazione che l’ateneo è in grado di esprimere.

"Ci stiamo muovendo con decisione per utilizzare al meglio le ricadute della ricerca che i nostri dipartimenti svolgono da tempo in tema di energia, ambiente e mobilità. Non a caso partecipiamo al bando Pon per il rafforzamento delle strutture scientifiche e tecnologiche con un'azione centrata sulla mobilità sostenibile e l'energia distribuita'', ha dichiarato in proposito il Rettore, Roberto Lagalla.

L’iniziativa contribuisce tra l’altro al raggiungimento degli obiettivi del Patto dei sindaci, - che vede i Comuni dell’UE impegnati a rispettare i target introdotti dalla strategia Europa 2020 - ma è anche un esempio di comunicazione all’esterno e di promozione delle fonti rinnovabili. La società che realizzerà l’impianto dovrà infatti installare un display luminoso che indichi in tempo reale l’energia prodotta e le emissioni inquinanti risparmiate.

Per leggere il contenuto prego
o