Minori investimenti e maggiore qualita': la nuova ristorazione viaggiante di NTV

 

Giuseppe Sciarrone, amministratore delegato di Ntv, e Francesco Farinetti, amministratore delegato di EatalyPresentato oggi a Roma, nella sede di Viale del Policlinico, l’accordo tra Nuovo Trasporto Viaggiatori, il primo operatore privato italiano sulla rete ferroviaria ad alta velocità, ed Eataly, marchio che riunisce un gruppo di piccole aziende operanti nel settore enogastronomico e che si occuperà della ristorazione sui treni della neonata compagnia di trasporti.

La partnership tra le due società nasce con l’obiettivo di portare a bordo dei treni “Italo” un innovativo modo di consumare i pasti. L’innovazione risiede in due fattori principali:

  • possibilità per i passeggeri di mangiare seduti al proprio posto, senza dover abbandonare i propri bagagli e senza doversi spostare,
  • assenza di cucina e carrozza ristorante.Menù Il Gustoso

Grazie all'utilizzo di treni che sfruttano una tecnologia di ultima generazione, la proposta di NTV e Eataly risponde alla necessità di adeguarsi a spostamenti sempre più veloci e tempi di percorrenza sempre più brevi. Tempi, che poco si adattano alla ristorazione tradizionale.

Il risultato è un significativo alleggerimento dei costi per la società di trasporti, grazie al risparmio su macchinari, personale e manutenzione. Il tutto, però, tenendo presente le esigenze del passeggero, a cui viene offerto cibo di qualità ed economicamente accessibile, grazie ad una catena distributiva ridotta all’osso e al rapporto diretto tra produttore e distributore finale.

Infine, le portate, variabili in base ai diversi menù previsti (dai nomi Il Tagliere, L'Orto e Il Gustoso), saranno conservate rispettando i criteri di igiene e di ecosostenibilità.

Per leggere il contenuto prego
o